Auto

HUD per il casco, KTM e Husqvarna in pole position

KTM e Husqvarna potrebbero essere fra i primi marchi motociclistici a offrire come accessorio un Head Up Display (HUD) per caschi.La holding dei due marhi, Pierer Industrie AG, ha siglato un contratto con la californiana Nuviz che dal 2013 sta curando lo sviluppo di un sistema HUD.

nuviz

Nuviz ormai ha raccolto più di 9 milioni di dollari negli ultimi anni ed entro l'estate ha promesso di sbarcare sul mercato con il suo primo prodotto. Dalle dichiarazioni fatte in queste anni sappiamo che le funzioni disponibili fin dalla prima ora saranno numerose.

Prima di tutto ogni informazione verrà riprodotta su un pannello trasparente, esterno alla visiera del casco. Questa modalità non dovrebbe interferire con la conduzione del mezzo e ridurre al minimo la distrazione – anche se questo aspetto sarà tutto da valutare con l'esperienza d'uso.

nuviz heads up display
Nuviz heads up display

Dopodiché è bene considerare che l'unità esterna (waterproof) si affiderà al Bluetooth per sfruttare tutto il potenziale del proprio smartphone e dell'app Nuviz (iOS e Android). Si potrà disporre quindi di navigazione GPS, telefonate, riproduzione musicale, telemetria e accesso ai social.

nuviz HUD

L'unità sarà in grado anche di effettuare foto e video con temporizzazione programmata e automatica oppure manuale. Saranno previsti comandi fisici esterni, ma non è escluso anche un accessorio da montare sul manubrio. Infine, in collaborazione con le case automobilistiche, potrebbe essere possibile accedere ai dati del veicolo, come giri motore, coppia e altri parametri.

Insomma, il potenziale è enorme ma anche il costo potrebbe non essere da meno. Quando l'HUD di Nuviz era solo un progetto in crowdfunding si parlava di meno di 500/600 dollari per i primi sostenitori. Quindi per una versione definitiva è verosimile pensare a una cifra prossima ai 700/800 dollari, se non di più.