Ibride e Elettriche

I camion elettrici commerciali rivoluzioneranno il settore

Una grande parte dei trasporti commerciali attualmente in circolo avviene tramite mezzi pesanti alimentati a diesel che, nel futuro prossimo, verranno sostituiti con soluzioni elettriche come quelle proposte da Volvo o da Tesla con il Tesla Semi; seppur il numero dei camion diesel sia una piccola percentuale rispetto alla quantità dei veicoli in circolazione, il danno ambientale che generano è di circa 1/3 delle emissioni totali di Co2, un numero decisamente non trascurabile.

Il costruttore americano Tesla ha introdotto il Tesla Semi per poter affrontare questo problema in maniera efficiente ed ecologica; anche altre case come Daimler e Volvo hanno già in circolazione soluzioni elettriche per i mezzi pesanti ma solo recentemente le grandi industrie hanno iniziato a confermare i primi ordini di mezzi pesanti elettrici.

Società come Walmart, PepsiCo hanno già finalizzato i loro ordini e sono in attesa delle consegne; il problema che molti sollevano, oltre al costo d’acquisto, è quello della mancanza dell’infrastruttura che è un reale motivo di preoccupazione al momento.

Secondo l’associazione americana dei camionisti, sono circa 4 milioni i mezzi pesanti in circolazione negli Stati Uniti nel 2019 e la maggior parte sono ovviamente diesel; un’analisi ha sottolineato come non sia tanto il costo delle batterie ad allontanare i possibili clienti, bensì la mancanza di una appropriata politica di incentivi, infrastrutture e la mancanza di un tariffario fisso per l’elettricità stessa.

Per rendere ancora più chiara l’idea che il passaggio ad elettrico non solo aiuta l’ambiente ma anche il portafogli di chi compie questa scelta, la Lawrence Berkley National Laboratory e l’Università della California hanno condotto uno studio che analizza il costo di possesso di un camion diesel confronto con uno elettrico; i risultati sono sorprendenti, sottolineando come ci sia un risparmio netto del 13% per miglio percorso e che si tramuta in circa 200.000 $ risparmiati nella vita totale del mezzo pesante.

Gli autori hanno poi analizzato come ipotizzando una riduzione dei prezzi delle batterie in linea con le previsioni, il risparmio potrebbe arrivare fino al 50% per miglio entro il 2030; con un’infrastruttura dedicata ed una politica di incentivi adeguata, siamo sicuri che i mezzi pesanti elettrici avrebbero decisamente più successo anche nel nostro paese.