Trasporti

I pompieri americani passano all’elettrico: svelati i primi 4 modelli al mondo

Il produttore di veicoli industriali Rosenbauer ha recentemente presentato quattro pionieristici camion dei pompieri elettrici, conosciuti con il nome di “Revolutionary Technology” (RT), che presto inizieranno le prime fasi di test nel mondo reale come ad esempio a Berlino, Amsterdam e Dubai. Si tratta di un veicolo plug-in ibrido (di tipo EREV) sviluppato in collaborazione con Volvo Penta, una società parte del Gruppo Volvo che include anche Volvo Trucks e Volvo Buses.

Il pacco batterie standard è relativamente contenuto (50 kWh) ma rimane disponibile una batteria opzionale da 100 kWh necessaria per coprire le operazioni a più lungo raggio. Una volta che le batterie sono scariche, si inserisce un generatore diesel in grado di fornire elettricità proprio come in un classico veicolo elettrico ad autonomia estesa.

Le prestazioni sono di tutto rispetto e, stando alle prime dichiarazioni, Revolutionary Technology dovrebbe essere in grado di eguagliare i numeri dei veicoli impiegati nel soccorso aeroportuale dotati di motori da più di 1.000 cavalli. A muovere il mezzo è presente un propulsore da 360 kW e 50mila Nm, abbinato ad una doppia trazione integrale caratterizzata dalla presenza di un motore elettrico per asse.

Il motore diesel, invece, è un sei cilindri con una potenza massima di 200 kW e 272 CV. L’autonomia in elettrico è assicurata da un sistema di ricarica rapida in corrente continua sino a 150 kW, capace di caricare il pacco da 100 kWh (50-80%) in circa un’ora. Come per le alternative a gasolio su cui si basa, anche RT è in grado di fornire alimentazione a dispositivi esterni come ventilatori, pompe ad immersione e faretti, sino ad un consumo energetico totale massimo di 18 kW.

Stando a quanto riportato dai media locali, un normale camion dei pompieri avrebbe un costo di circa 700mila dollari, mentre la variante ibrida partirebbe da oltre 1 milione di dollari. Al momento non è chiaro se RT verrà sostituito gradualmente alle versioni endotermiche o se, come pensiamo, verrà adottato solo in alcuni scenari. In futuro, quando le batterie saranno più dense e quindi prestazionali, è possibile che si possa arrivare a modelli capaci di garantire un’autonomia decisamente superiore ed essere alimentati esclusivamente in elettrico.

Di seguito le specifiche tecniche sino ad ora note:

  • batteria da 50 kWh (standard, 550 kg) o 100 kWh (opzione)
  • trasmissione elettrica Volvo Penta
  • doppia trazione integrale
  • motore elettrico fino a 360 kW (490 HP) e 50.000 Nm
  • motore diesel a sei cilindri con una potenza di 200 kW (272 HP)
  • ricarica rapida CC fino a 150 kW
  • dimensioni: 2,35 metri larghezza x 7,30 metri lunghezza e 3,8 metri di passo. Disponibile anche con passo da 4,1 e 4,4 metri
  • peso: 18 tonnellate