Ibride e Elettriche

Il primo aggiornamento software per Volkswagen ID.3 sta per arrivare

E’ finalmente arrivato, dopo averlo promesso a settembre in occasione del rilascio dell’auto, Volkswagen si prepara a rilasciare il primo aggiornamento software per la prima elettrica della gamma ID, la ID.3. Era stato detto a chiare lettere fin dall’inizio: Volkswagen aveva bisogno di rilasciare la ID.3 a settembre, e pur di farlo nei tempi previsti decise di farlo nonostante il software dell’auto non fosse pronto in tutte le feature previste. Tra le modalità mancanti, sicuramente la più interessante è quella del display head up che fa utilizzo di una tecnologia di realtà aumentata.

Già a settembre del 2019 Volkswagen si era resa conto di essere indietro a livello software rispetto a quanto richiesto dal mercato e offerto dalla concorrenza. In più di un’occasione il CEO del gruppo, Herbert Diess, ha affermato che la sfida più grande per il prossimo futuro di Volkswagen sarà quella di convertirsi interamente a un’azienda digitale, e la ID.3 ne è l’esempio perfetto.

L’aggiornamento preparato da Volkswagen sarà rilasciato molto presto grazie al sistema OTA (Over-the-air) che permette di aggiornare i software di tutte le ID.3 con un semplice download, come se fosse il software di uno smartphone, anziché doversi recare in officina e aspettare un appuntamento disponibile. Purtroppo non abbiamo i dettagli su quali funzioni saranno attivate grazie a questa nuova versione del software, ma il fatto che Volkswagen abbia deciso di utilizzare un sistema OTA è comunque di un’ottima notizia dato che inizialmente il rilascio del primo aggiornamento software era stato previsto nella primavera del 2021 con un intervento da fare obbligatoriamente in un’officina autorizzata; evidentemente tutti gli sforzi fatti da Volkswagen per trasformarsi in una azienda digitale stanno pagano i loro frutti.

Vi ricordiamo che Volkswagen ID.3 ha un prezzo di partenza di 38.900 €, e ad oggi sono ancora disponibili gli incentivi statali che permettono di risparmiare circa 10.000 € sul prezzo d’acquisto.