Auto

Jeep Magneto, ecco il concept di un Wrangler elettrico

In occasione dell’Easter Jeep Safari 2021, che si svolgerà nella zona di Moab, nello Utah, Jeep è solita svelare le novità più interessanti del suo catalogo: l’edizione dello scorso anno, come è facile immaginare, non si è svolta a causa della pandemia, e Jeep si è ritrovata a rimandare di un anno alcuni modelli che ora sembrano pronti a sconvolgere la lineup del marchio che fa capo al Gruppo Stellantis.

Tra questi ne abbiamo uno che è senza dubbio il più particolare, si chiama Jeep Magneto, e per il momento è ancora ufficialmente solo un concept: è il primo tentativo di proporre un Jeep Wrangler in una versione completamente elettrica, dopo la versione ibrida plug-in 4xe che sta per fare il suo debutto anche sul mercato europeo. Il concept Jeep Magneto è realizzato sulla base del modello Wrangler Rubicon a due porte, ed è spinta da un motore elettrico da 285 cavalli e 370 Nm di coppia, collegato a una trasmissione manuale a 6 rapporti con relativa frizione: sì, avete letto bene, Jeep ha realizzato un apposito cambio manuale di modo da lasciare al pilota il feeling di guida tipico delle auto con motore termico, una scelta assolutamente insolita per un veicolo elettrico.

L’auto è dotata di un pacco batterie da 70 kWh posizionate in modo uniforme così da distribuire nel migliore dei modi il peso: per proteggere le preziose batterie dalle intemperie e dall’acqua, Jeep le ha isolate in speciali involucri impermeabili che permettono di guidare l’auto in corsi d’acqua profondi fino a 76cm. Grazie al sistema di ricarica rapida a 800volt, caricare la nuova Magneto sarà questione di minuti.

Nelle foto diffuse vediamo il concept allestito con imponenti pneumatici tassellati da 35 pollici montati su cerchi da 17, oltre a rollbar aggiuntivi e un verricello installato sul paraurti posteriore: non è detto che la versione definitiva, attesa sul mercato entro la fine del 2021, mantenga tutti questi aspetti così spiccatamente legati al fuoristrada. Nemmeno il nome è ancora ufficiale, non ci resta che aspettare e scoprire in che direzione deciderà di muoversi la compagnia, anche tenendo conto delle controversie legate ad alcuni nomi all’interno del suo catalogo.