Auto

Klein Vision AirCar, l’auto volante in stile Transformers

Siamo ben oltre l’anno 2019 del primo Blade Runner, e il 2015 di Ritorno al Futuro 2, ma di auto volanti nemmeno l’ombra. Tranne per concept e prototipi, l’ultimo dei quali è la qui presente Klein Vision AirCar. In lavorazione da tempo, è riapparsa negli ultimi giorni anche sui maggiori TG grazie al suo primo traguardo: un volo tra due aeroporti slovacchi compiuto a tempo di record e senza particolari imprevisti.

Ma l’aspetto più interessante della AirCar è la sua natura molto “terrena” in quanto più vicina alle auto tradizionali rispetto ai concorrenti. Troviamo infatti un motore da 1,6 litri targato  BMW e uno chassis simile alle supercar moderne, dove l’alettone posteriore della modalità aereo resta attivo su strada (aiutando l’aerodinamica generale). Inoltre, perché il mezzo diventi un vero e proprio velivolo occorrono solo 3 minuti e la pressione di un tasto. E non servono nemmeno lunghe piste per decollare, bastano 300 metri grazie al peso contenuto.

L’autonomia del modello in fase di test è annunciata in 1000 Km, mentre le altezze già raggiunte superano i 2.000 metri. In modalità vettura, attualmente sono disponibili solo 2 posti, ma la stessa Klein Vision promette versioni più spaziose e addirittura un modello anfibio. Anche nella motorizzazione, si sta già pensando a motori più potenti, dato che i prossimi esemplari avranno una velocità di crociera attorno ai 300 Km l’ora.

Oltre al recente evento mediatico Nitra-Bratislava, la AirCar ha già superato le 40 ore di volo (in ogni condizione possibile) ed effettuato oltre 140 atterraggi senza particolari problemi. L’impressione generale, insomma, è quella di un prodotto finito e non della classica pazzia tecnologica buona per fare accessi su Internet. Naturalmente, resta da vedere come andranno i prossimi test e come verrà posizionata sul mercato una volta pronta al lancio.

Inutile dire che sarà un veicolo molto esclusivo, non fosse per il prezzo e le regolamentazioni che dovrà rispettare. Sul prezzo non abbiamo segnali, ma basta unire la spesa richiesta da una supercar a quella di un aereo per capire che serviranno tanti, tantissimi, soldi.