Ibride e Elettriche

La maxi griglia BMW è stata battuta da una casa cinese di elettriche

Potrebbe sembrare un pesce d’aprile ma non lo è, la casa cinese Voyah ha svelato un nuovo minivan elettrico di alta gamma conosciuto con il nome di Dreamer. Quello che fa sorridere, non è naturalmente il nome del MPV, ma la calandra frontale di enormi dimensioni che ricorda i numerosi meme apparsi sul web in occasione dell’introduzione del doppio maxi rene di BMW. Griglia che, in occasione della presentazione del nuovo maxi SUV XM, potrebbe aumentare nuovamente a bordo di alcuni veicoli della casa bavarese.

Tornando al Dreamer, la parte posteriore è invece piuttosto anonima caratterizzata da un enorme portellone impreziosito nella parte alta di uno spoiler di colore nero. Il minivan ha un ingombro piuttosto generoso e misura 5.315 mm di lunghezza, 1.980 mm di larghezza e 1.810 mm di altezza, con un passo di 3.200 mm. A bordo, atteso un propulsore elettrico da quasi 700 Cv abbinato a una batteria da 88 kWh che dovrebbe assicurare una buona percorrenza anche nel ciclo misto.

Gli interni sono stati ispirati alle berline di lusso europee con un pannello digitale a tutta larghezza sul cruscotto e una configurazione 2 + 2 che assicura un’impressionante quantità di spazio per le gambe. I sedili sono riscaldati, ventilati e massaggianti, dotati di poggiapiedi reclinabili e sistema touchscreen personale. Dreamer sarà disponibile in Cina all’inizio del 2022 e tra i piani del produttore ci sarebbe il desiderio di inserire sul mercato una berlina di alta gamma, forse anch’essa caratterizzata da un enorme calandra anteriore vicina all’attuale linguaggio previsto da BMW. In ogni caso, mentre sul marchio tedesco la griglia è utilizzata principalmente sulle vetture endotermiche, conferendo una reale utilità tecnica, per Voyah potrebbe risultare principalmente solo un vezzo estetico.