Ibride e Elettriche

La prima elettrica Ford con piattaforma VW sarà un mini crossover

Lo storico legame automobilistico tra Ford e Volkswagen inizierà a dare i suoi frutti nel 2023, quando il produttore statunitense darà il via alla sua audace offensiva europea di veicoli elettrici con un crossover focalizzato per inserirsi al di sotto la Mustang Mach-E.

In linea con l’ambizione dell’Ovale Blu di elettrificare completamente la gamma europea entro il 2030, il crossover sarà il primo veicolo elettrico costruito nella fabbrica Ford di Colonia, in Germania. Sarà prodotto inizialmente insieme alla Fiesta, che dovrebbe terminare il suo attuale ciclo di vita nel 2024 o nel 2025.

Il nuovo crossover sarà la prima Ford ad utilizzare la piattaforma MEB EV del gruppo Volkswagen, come concordato in un accordo siglato di recente tra i due grandi marchi; più specificamente, la nuova Ford condividerà la maggior parte della tecnologia di ID.4 di Volkswagen, beneficiando quindi dell’ampia varietà di capacità della batteria, potenza e layout della trasmissione. Il crossover Ford, che sarà rivelato il prossimo anno prima della sua introduzione sul mercato nel 2023, adotterà una silhouette a due volumi simile a quella del fratello costruito a Zwickau. In quanto tale, è destinato a fare una svolta significativa nel suo design dall’ammiraglia Mach-E, con linee più nette e prominenti.

Ford deve ancora confermare se utilizzerà un nome storicamente significativo per il nuovo modello, come ha fatto con Puma, Mach-E e Bronco. Resta anche inteso che qualsiasi variante di prestazioni, gemellata con la nuova ID.4 GTX, non utilizzerà i badge ST o RS di Ford, ma più probabilmente una sigla nuova slegata dal peso culturale che detengono, in particolare nei paesi europei.

Il nuovo crossover sarà dotato di un display infotainment con risoluzione 4K da 1,1 metri integrato nella parte superiore del cruscotto, quasi interamente sprovvisto di qualsiasi comando fisico. Grazie al partner strategico Google, saranno disponibili numerosi servizi che incrementeranno l’abitabilità a bordo e il coinvolgimento degli occupanti. A partire dal 2023, tutti i veicoli Ford saranno dotati di un sistema di infotainment basato su Android e il crossover costruito a Colonia sarà probabilmente tra i primi a presentarlo.

In termini di propulsori, la nuova Ford seguirà l’ID.4 offrendo sia le versioni a trazione posteriore che a quattro ruote motrici, con una potenza compresa tra 146 CV a 201 CV nel modello standard. La gamma potrebbe quindi essere sormontata da un modello sportivo da 295 CV, possibilmente targato GT, come con la versione più potente della Mach-E.

Una batteria agli ioni di litio da 52 kWh fornirà di serie circa 400 km di autonomia e offrirà velocità di ricarica fino a 100 kW, mentre la batteria opzionale da 77 kWh estenderà l’autonomia a più di 500 km e aumenterà la capacità di ricarica a 125 kW. Ford prevede di fornire più di 600.000 auto elettriche con piattaforma MEB tra il 2023 e il 2029 e prevede di svelare una seconda o addirittura una terza Ford elettrica basata sulla piattaforma Volkswagen.