Tom's Hardware Italia
Auto

Le nuove Tesla totalmente autonome con un update software

Le automobili Tesla prodotte da oggi in avanti avranno tutto l'hardware e la tecnologia necessari per assicurare guida autonoma di livello 5, ossia non richiederanno interazione da parte del guidatore. La guida autonoma però non sarà attivata oggi, ma in futuro, dopo moltissimi test e una raccolta dati capillare.

Tutte le automobili Tesla prodotte a partire da oggi avranno a bordo ciò che serve per guidare in modo autonomo, senza intervento da parte del conducente. Elon Musk, patron dell'azienda, parla di guida autonoma di "livello 5", ossia nella classificazione SAE il livello massimo di funzionamento autonomo.

Tesla

"Salvo impostare una destinazione e avviare il sistema non è richiesto intervento umano. Il sistema automatico può guidare verso ogni luogo in cui è legale spostarsi", si legge su Wikipedia.

Model S, Model X e Model 3, ma qualsiasi altro modello gli ingegneri Tesla partoriranno da qui in avanti, avranno quindi l'hardware necessario per assicurare quello che in azienda definiscono "un livello di sicurezza decisamente superiore a quello garantito da un guidatore umano".

Tale potenzialità sarà "sbloccata" con un aggiornamento software in un futuro non meglio precisato, previo un esborso ulteriore di 8.000 dollari. Ci sarà anche un'opzione meno costosa, 5.000 dollari, con quattro videocamera attive su otto.

tesla 01

L'hardware richiesto per offrire guida automatica di livello 5 include infatti otto videocamere che assicurano una visione a 360 gradi fino a 250 metri di distanza dal veicolo e una dozzina di sensori a ultrasuoni (sonar) per assistere il sistema ottico.

Questi sensori scandagliano una distanza doppia rispetto alle soluzioni precedenti e, secondo Tesla, possono rilevare oggetti sia solidi che soffici. Non manca inoltre un radar che rileva eventuali rischi non visibili, per esempio quando c'è la nebbia. Da notare che la dotazione non include il Lidar, il sensore laser che molte altre case automobilistiche ritengono necessario per offrire la piena autonomia.

Leggi anche: Tesla Autopilot 8.0 più sicuro e intelligente, cosa cambia

Il cambiamento più grande però riguarda il computer di bordo, oltre 40 volte più potente rispetto alla soluzione montata sulle Tesla attuali. Elon Musk afferma che a bordo c'è una GPU "Nvidia Titan", capace di gestire una rete neurale interna al veicolo che si occupa d'interpretare i dati raccolti da videocamera, sonar, radar e sensori.

In questo video si mostra una Tesla totalmente autonoma in funzione.

Secondo il patron di Tesla cambiare hardware era necessario perché l'attuale versione di Autopilot mette alle strette le capacità di calcolo del computer di bordo. Il miliardario sudafricano ha spiegato che per arrivare al livello 5 servirà ancora del tempo, ma in base ai test in corso il sistema è già almeno due volte più sicuro rispetto ai guidatori umani.

Leggi anche: Tesla, stop all'uso del termine Autopilot in Germania

In questa fase in cui sarà a bordo dei nuovi veicoli ma non attivo, il sistema opererà in background, in modalità "ombra", funzionando dietro le quinte per raccogliere dati utili al proprio miglioramento. Elon Musk ha comunque intenzione di dimostrare lo stato della guida autonoma completa entro il prossimo anno, effettuando un viaggio "coast to coast", da Los Angeles a New York, senza intervento umano.

Musk si è infine tolto qualche sassolino dalla scarpa, attaccando i media che demonizzano la guida autonoma e hanno prestato eccessiva attenzione agli incidenti legati ad Autopilot (una morte accertata). Secondo Musk non c'è la stessa attenzione per i molto più frequenti e innumerevoli incidenti mortali causati dalle persone.

Leggi anche: Chi è Elon Musk, l'uomo che vuole portarci tutti su Marte

L'annuncio a sorpresa di Tesla segna una forte accelerazione per quanto concerne la guida autonoma e permette all'azienda di attirare nuovi acquirenti per i suoi veicoli.

C'è però chi storce il naso, come l'analista Jessica Caldwell di Edmunds Inc, che ritiene la mossa di Musk precipitosa. Secondo la Caldwell non ha molto senso acquistare un'auto autonoma prima che le leggi siano pronte, e ha bollato l'acquisto di una Tesla per questa caratteristica come un "acquisto per vanità". Nel frattempo i produttori di auto rivali potrebbero mettere a punto soluzioni migliori rendendo la tecnologia di Tesla, oggi innovativa, obsoleta al momento del debutto ufficiale.

Elon Musk: Biography of a Billionaire Visionary Elon Musk: Biography of a Billionaire Visionary
  

Elon Musk: Tesla, SpaceX, and the Quest for a Fantastic Future Elon Musk: Tesla, SpaceX, and the Quest for a Fantastic Future