Ibride e Elettriche

Lucid copia Tesla: atteso un modello da 25mila dollari

Non solo Tesla e il Gruppo Volkswagen avranno le loro elettriche da 25mila dollari, anche Lucid intende inserirsi nella medesima fascia di prezzo e presentare in futuro una vettura capace di essere una valida alternativa. La notizia non sorprende soprattutto se consideriamo che si tratta della fascia di prezzo in cui tutti i principali costruttori di auto a zero emissioni puntano di fare grossi volumi.

Nel corso dei prossimi mesi la casa californiana inizierà a consegnare i primi modelli di Air e in futuro sono attesi ulteriori veicoli sempre e naturalmente con alimentazione green. Successivamente all’anti-Model S, Lucid si concentrerà in un SUV di grandi dimensioni conosciuto attualmente con il nome Project Gravity. Come è lecito immaginare, andrà ad inserirsi nella medesima fascia di Model X e erediterà buona parte della tecnologia introdotta con Air.

La strategia del produttore di Newark sembra ricalcare quella messa in campo da Elon Musk: prima una berlina ad alte prestazioni, successivamente un SUV di grandi dimensioni, per poi arrivare infine a berline più economiche di varia natura e spessore. Peter Rawlinson, CEO di Lucid, ha confermato nelle scorse ore l’intenzione di produrre entro il 2025 una elettrica compatta con un prezzo di listino di circa 25mila dollari.

Una notizia decisamente interessante che tuttavia richiederebbe l’ingresso in campo di un ulteriore produttore che, su richiesta di Lucid, dovrebbe costruire e assemblare il modello; a differenza di Tesla, Lucid è ancora lontana per poter produrre in serie così tanti modelli e l’unica soluzione rapida potrebbe essere quindi quella di coinvolgere un ulteriore nome del campo automobilistico. Al momento non si parla ancora di nomi, secondo quanto riportato da The Guardian pare siano stati effettuati solo alcuni approcci preliminari.

In aggiunta a Tesla Model 2, nel corso del 2025-2030 potremmo assistere all’arrivo di vetture elettriche economiche anche da parte del Gruppo Volkswagen e più in particolare da Volkswagen, Skoda e Seat. Recenti indiscrezioni suggeriscono infatti l’avvio alla produzione di ID.1/ID.2 e delle varianti di Skoda e Seat. Nessuna informazione da Audi che però potrebbe essere al lavoro su una versione aggiornata della famosa A1, ora in salsa da mini-SUV.

Discorso analogo per General Motors, Ford e Stellantis che, sfruttando le profonde conoscenze in termini di city-car potrebbero presto svelare soluzioni del tutto simili.

Sei un fan di Tesla e Elon Musk? Su Amazon è disponibile un libro in italiano in copertina rigida o formato Kindle