Auto

Lunaz fonde passato e futuro, ecco la Range Rover elettrica

Un’estetica senza tempo, spinta da un propulsore del futuro: questa è la filosofia alla base di Lunaz, la compagnia inglese situata nei pressi del circuito di Silverstone che si occupa di convertire auto classiche in auto elettriche a zero emissioni di CO2. Negli ultimi anni Lunaz ha realizzato progetti molto interessanti, sulla base di auto come la Rolls-Royce Phantom e la Jaguar XK120, seguendo un processo meticoloso di conversione sotto alla guida di John Hilton, ex direttore di Renault F1.

L’ultima fatica di Lunaz è l’iconico SUV Range Rover, la versione originale debuttata nel 1970 e venduta fino al 1994, a cui oggi viene data una nuova vita grazie all’installazione di un moderno powertrain elettrico. Da lontano, la differenza è praticamente invisibile: sembra di trovarsi davanti alla classica Range Rover, con le sue forme decise e senza fronzoli che piacciono tanto ai puristi, ma sotto il cofano la storia cambia radicalmente.

La nuova Range Rover EV di Lunaz è offerta in due configurazioni diffrenti, Town e Country. La prima è pensata per un utilizzo cittadino, pertanto si è posta molta attenzione al comfort di guida; la seconda invece è dedicata agli amanti del fuoristrada, e offre una trazione integrale, nuove sospensioni, nuovi freni e barre antirollio. E’ possibile scegliere tra modelli a 3 o 5 porte, come se l’auto fosse nuova appena uscita dalla fabbrica.

Gli interni sono lussuosi e personalizzabili: il cliente potrà scegliere la tappezzeria e il materiale dei pannelli, ma potrà persino decidere di installare un mini-bar nella zona dei sedili posteriori, un sistema di infotainment – fondamentale su un’auto elettrica, anche solo per la gestione dei consumi, l’aria condizionata e tanto altro ancora.

Chiaramente tutto questo lavoro di modifica personalizzata in base alle richieste del cliente fa salire in modo vertiginoso il prezzo della Range Rover di Lunaz: per acquistarne una, servono circa 270,000 euro. La tiratura è limitata a solamente 50 esemplari, la cui consegna è prevista nell’arco del 2021.

La conversione in EV di auto classiche è un tema molto caldo nell’ultimo periodo, e le opinioni sono di solito diametralmente opposte: voi cosa ne pensate? Siete dei puristi del motore endotermico o siete a favore della conversione di auto classiche? Fatecelo sapere nei commenti.