Tom's Hardware Italia
Auto

Mégane Grand Coupé, prova su strada della scommessa Renault

In un mercato dominato dalle SUV e crossover, Renault punta sulla Mégane Grand Coupé, una berlina dalla guida confortevole ma dall'aspetto sportivo.

Mégane Grand Coupé è la nuova scommessa Renault. L'azienda francese punta su una berlina dall'aspetto sportivo, nonostante il mercato stia andando in una direzione differente negli ultimi anni. Basti pensare alle 46.739 unità di 500X vendute da Fiat in Italia nell'anno solare 2016, per comprendere come SUV e crossover stiano ormai dominando la scena.

Abbiamo avuto modo di provare su strada questa Mégane Grand Coupé, attraverso un percorso di circa 300 km in Puglia che ci ha portato, tra gli altri luoghi, ad arrampicarci sulle strade della Selva di Fasano, composte da numerosi tornanti che consentono di raggiungere la quota di 414 m s.l.m., consentendoci dunque di poter testare l'agilità dell'automobile.

Dimensioni

È lunga 4,63 metri, larga 1,81 e alta 1,57, con un passo di 2,71 metri, decisamente ai vertici della categoria, che consente però all'abitabilità di trarne vantaggio. Davvero rilevanti le dimensioni del bagagliaio, con capacità di 550 litri. Estremamente utile la funzionalità che consente, avendo in tasca la chiave elettronica, di poter aprire il baule semplicemente passando il piede davanti all'apposito sensore posto sotto la carrozzeria.

Al volante della Mégane Grand Coupé

La versione testata è la 1.5 dCi da 110 CV con cambio manuale a 6 marce. Nel momento stesso in cui si prende posizione sul posto di guida, è immediata la sensazione di essere in una coupé, dovendosi quasi infossare nel sedile. L'entrata dunque, almeno per una persona di 195 cm di statura, non è delle più agevoli.

Renault-Mégan-Grand-Coupé
Il volante rivestito in pelle nappa pieno fiore

Una volta entrati nell'abitacolo però, le regolazioni della seduta e del volante sono assolutamente efficaci, e consentono di poter cucire addosso al conducente l'esperienza di guida. Ottimo lo spazio per le gambe ed in altezza, esattamente come avviene per il posto passeggero e sui sedili posteriori, nonostante la mia statura.

Renault illude volutamente in tal senso con il nome Grand Coupé, una sorta di contraddizione in essere. Le linee della carrozzeria che scendono sul posteriore fanno percepire, dall'esterno, uno spazio risicato nell'abitacolo, che in realtà non manca affatto grazie ad alcune soluzioni specifiche realizzate dall'azienda francese, come il raggio alle ginocchia di 216 mm per i passeggeri posteriori (37 mm in più rispetto alla versione 5 porte), ottenuto anche grazie all'inclinazione di 27° della seduta.

Il concetto è quello di un'automobile con un design da coupé, ma caratterizzata da comfort e prestazioni tipici di una berlina. Si parla infatti di un veicolo in grado di accelerare da 0-100 km/h in 11,6 secondi nella versione da noi testata, un dato evidentemente lontano da prestazioni prettamente sportive.

Renault-Mégan-Grand-Coupé
Cruscotto Mégan Grand Coupé

Non a caso questa Grand Coupé si guida molto facilmente, gli ammortizzatori sono decisamente più morbidi rispetto alle altre Mégane, tarati evidentemente per dare priorità alla comodità dei passeggeri piuttosto che al concetto di auto sportiva. Questo risulta evidente quando si affrontano tornanti importanti come quelli della Selva di Fasano, dove l'impostazione da berlina impone, in alcuni casi, una correzione con lo sterzo.

Renault non ha concepito questa automobile per aggredire la strada, l'esperienza di guida non restituisce quelle sensazioni tipiche di una coupé. Non si rimane incollati al sedile spingendo l'acceleratore, ma tutto è stato pensato per far sentire a casa i passeggeri. Estremamente razionale il posizionamento dei comandi al volante, che consente di non distrarsi dalla strada, così come il posizionamento dell'enorme schermo dell'infotainment (da 7 o 8,7 pollici) che ospita il sistema proprietario R-Link 2.

Ciò che è stato completamente mutuato dalle classiche coupé è senza dubbio la visibilità attraverso il lunotto posteriore, davvero limitata viste anche le dimensioni dello stesso. In tal senso occorre necessariamente aiutarsi con i sensori e le telecamere in fase di parcheggio (si tratta del pack optional Easy Park Assist da 800 euro).
Da sottolineare il tetto panoramico che collega il parabrezza al posteriore, rendendo molto luminoso l'abitacolo.

Renault ha inoltre riposto una particolare attenzione alle finiture degli elementi con i quali vengono direttamente a contatto i passeggeri (materiale schiumato su plancia, portiere e braccioli; dettagli in cromo satinato, volante in nappa pieno fiore per le versioni top gamma). Di contro, alcune parti (come le plastiche alla base del cambio) testimoniano, al tatto, il segmento di appartenenza di questa Grand Coupé, la cui versione di fascia alta parte dai 26.850 euro.

In ogni caso l'esperienza alla guida è assolutamente piacevole, e potrebbe incontrare il favore del pubblico femminile voglioso di non rinunciare alla parte estetica senza perdere, contemporaneamente, la comodità.

Tecnologia ed infotainment

Il centro di gravità dell'infotainment nella Mégan Grand Coupé è l'enorme schermo touch-screen da 7 o 8,7 pollici, nel quale è installato il sistema proprietario R-Link 2 (di serie nell'allestimento Intens), il medesimo visto, ad esempio, a bordo della Renault Talisman. Un vero e proprio centro multimediale, molto comodo da utilizzare grazie al posizionamento in verticale del display.

Renault-Mégan-Grand-Coupé
La home di R-Link 2

Il primo elemento da settare è il Multi-Sense integrato in R-Link 2. Si tratta di una tecnologia che consente di selezionare quattro profili differenti per l'automobile (Eco, Sport, Comfort e Neutral), che regolano di conseguenza risposta e sonorità del motore, rigidità dello sterzo, illuminazione dell'abitacolo, comportamento del cambio.

Ottimo il comportamento del navigatore. Il fix dei satelliti GPS è praticamente immediato, sono supportati i comandi vocali per impostare la destinazione e le mappe di tutta Europa sono consultabili sia in 2D che in 3D. Possibile effettuare un pinch-to-zoom sul percorso esattamente come fosse un classico tablet, ed in generale la grafica è molto piacevole.

Renault-Mégan-Grand-Coupé
Il sistema di navigazione

La connessione con gli smartphone (Android, iOS e Windows Phone) è garantita dal bluetooth e da due porte USB poste subito al di sotto del display, in un piccolo vano che consente di poter collocare il cellulare fino a 5 pollici (siamo riusciti a poggiare un iPhone 7, mentre non c'è fisicamente spazio per uno Xiaomi Mi Max).

Non sono presenti Apple Carplay ed Android Auto, e dunque la connessione bluetooth o cablata con gli smartphone consente di avere accesso alle classiche funzioni divenute ormai standard in buona parte dei sistemi di infotainment (dallo streaming audio al controllo delle telefonate, fino ad arrivare alla possibilità di ricarica). Nulla di rivoluzionario in tal senso dunque, ma tutto estremamente efficace. Da sottolineare anche la presenza di un jack da 3.5 mm e di un ingresso per scheda SD.

In ogni caso, non è escluso che in futuro possa arrivare il supporto ad Android Auto, visto che sul portale ufficiale realizzato da Google, recandosi nella sezione Renault, tra i modelli compatibili risultano, ad esempio, la Talisman 2017. Rimaniamo in attesa di comunicazioni ufficiali da parte dell'azienda francese.

Molto interessanti i sistemi di assistenza alla guida, gestibili direttamente da R-Link 2, che consentono di mettere in sicurezza (come il cruise control adattivo), di avvisare (attraverso, ad esempio, l'allarme di superamento della linea di carreggiata) e di facilitare (come la commutazione automatica tra abbaglianti ed anabbaglianti).

Particolarmente efficace il sistema anticollisione, che riproduce sullo schermo un modello 3D della Mégan Grand Coupé, segnalando con degli avvisi acustici eventuali rischi legati ad urti e collisioni, molto comodo nelle strade strette o in fase di sorpasso.

In generale tutto il sistema gira fluido senza impuntamenti, un aspetto da non sottovalutare dovendo essere utilizzato durante la guida.

Prezzi, allestimenti e disponibilità in Italia

La Grand Coupé arriva in Italia in due allestimenti (Zen e Intens) di fascia alta, con una ricca dotazione di serie. La versione entry level è equipaggiata con  fari Full LED con firma luminosa C-Shape, climatizzatore automatico bizona, infotainment con display da 7 pollici touch-screen R-Link 2, cruise control, tetto panoramico, vetri oscurati e  cerchi in lega da 17 pollici.

La versione Intens si differenzia per la presenza del touch-screen da 8,7 pollici, dei cerchi in lega diamantati da 18 pollici, del sistema Multi-Sense con Ambient Lightning e del Visio System.

Renault-Mégan-Grand-Coupé
I fari Full LED con firma luminosa C-Shape

Per quanto riguarda i prezzi, Renault ha scelto una politica aggressiva, nella logica di contrastare in maniera più efficace il segmento SUV e crossover. Ci sono appena 500 euro di differenza a parità di allestimento con la Mégan 5 porte, con la Grand Coupé che offre sempre cerchi in lega più grandi di un pollice, display con diagonale maggiore per il sistema di infotainment e tetto panoramico.

Si parte da 23.550 euro per la versione 1.5 dCi 110 Zen, si sale a 26.150 euro per l'allestimento Intens. La 1.6 dCi si posiziona rispettivamente a partire da 24.800 e 26.500 euro.

La scommessa di Renault partirà ufficialmente dal weekend del 25 marzo, quando la Mégan Grand Coupé sarà presentata in tutta la rete vendita.