Ibride e Elettriche

Mercedes GLE 350 de: ibrido plug-in a gasolio, primo contatto

Eleganza maestosa. Il Suv GLE non rinuncia alla classe e alla raffinatezza tipiche di ogni Mercedes, sebbene le manchino solo 5 cm per raggiungere i 5 metri di lunghezza. Comoda, lussuosa e tecnologica, non le manca nulla, persino una versione ibride plug-in a gasolio, la più interessante del listino.

La GLE 350 de (caratterizzata dal badge EQ POWER) sfrutta il motore 2.0 litri gasolio da 194 Cv abbinato a un’unità elettrica da 136 Cv, potenza di sistema: 320 Cv e 700 Nm di coppia massima. Ad alimentare il propulsore elettrico, una batteria da 31,2 kWh (record per una plug-in) alloggiata nell’asse posteriore. Con il pieno di energia, si percorrono quasi 100 km a zero emissioni. Prezzi a partire da 79.434 euro.

Ibrido a gasolio, una soluzione possibile

Associare la tecnologia ibrida al motore Diesel potrebbe apparire a molti un ossimoro. Mercedes ha con coraggio (e ragione) deciso di sviluppare questa inedita soluzione, dimostrando gli indubbi benefici a cui può condurre. Scegliendo tra le modalità di guida la più attenta al risparmio di energia elettrica, il motore a combustione interviene nella marcia con molta insistenza.

L’auto si comporta di fatto come una full hybrid tradizionale. Nel breve test condotto, il computer di bordo in questa modalità ha segnato un consumo medio di 5,0l/100 km, per una percorrenza di 20 km/l. Un dato molto buono per un’auto che pesa 2.580 kg, ottenuto grazie all’efficienza del condannato carburante. Il percorso si è sviluppato su strade urbane ed extraurbane, situazioni che favoriscono la tecnologia ibrida, tuttavia, per questo tipo di vettura il valore ottenuto è assolutamente positivo.

Per quanto riguarda il dato di autonomia in elettrico, i 100 km dichiarati si possono raggiungere: l’andata, di circa 52 km, è stata percorsa con il solo motore elettrico (integrato nel cambio automatico 9G-Tronic), conclusasi con un percorrenza residua di 35 km. Un valore da riferimento per il segmento plug-in hybrid, ottenuto anche per merito della notevole batteria (31,2 kWh), quasi da auto elettrica. I tempi di ricarica variano a seconda della potenza di erogazione: da colonnine con corrente continua dal 10% al 100% in circa 30 minuti.

Sicura e tecnologica

Il comfort di bordo è da auto di lusso: avvolgenti sedili in pelle (con funzione memory su tre impostazioni) coccolano conducente e passeggeri. L’ambiente interno è rifinito con cura e rivestito con materiali di elevata qualità. Ottima l’insonorizzazione, sia in città che nei tratti a scorrimento veloce, è difficile che interferenze esterne filtrino all’interno. Merito anche della struttura della carrozzeria, che con un cx pari a 0,29 riduce al minimo i fruscii aerodinamici. Il sistema MBUX resta il protagonista della vita a bordo: due schermi da 12,4″ che si sviluppano senza soluzione di continuità.

Davanti al conducente il cruscotto interamente digitale e personalizzabile, molto comodo per avere sempre sotto controllo informazioni di navigazione e stato della vettura; al centro della plancia il sistema di infotelematica, ricco di funzionalità tra cui la realtà aumentata per il navigatore e l’assistente vocale. Di ultima generazione gli assistenti di aiuto alla guida che comprendono il cruise control adattivo e il mantenimento automatico della corsia (quest’ultimo un po’ troppo invadente).

Dominante la posizione di guida, si riesce a tenere sempre sott’occhio ingombri e valutare con attenzione le distanze. Tra le modalità di guida, anche una dedicata all’off-road (dispone della trazione integrale permanente 4Matic): il comfort sullo sconnesso è molto buono, soprattutto se equipaggiata con le sospensioni ad aria, veramente molto buone nell’assorbire e scaricare con dolcezza la maggior parte delle insidie e asperità.

La dinamica di guida conferma l’ottima messa a punta di Mercedes: lo sterzo è morbido assecondando l’auto in manovra con precisione ma riducendo al minimo il fenomeno del rollio; il cambio automatico 9G-Tronic è rapido, preciso e fluido mentre la presenza della trazione integrale assicura la massima agilità e sicurezza, in qualsiasi condizione. In città si apprezza soprattutto la brillantezza e grinta del motore elettrico, che permette ripartenze fulminee.

Lontani dai centri abitati la fluidità di manovra, l’ottima risposta del motore a gasolio e la logica di funzionamento dei due propulsori combinati, offrono viaggi anche piuttosto impegnativi in completa serenità e con consumi piuttosto modesti (considerando il tipo di vettura, sorprendenti). Buone le prestazioni: accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,9 secondi e velocità massima di 210 km/h, con motori combinati (160 km/h con il solo motore elettrico).

La tecnologia ibrida plug-in a gasolio di Mercedes si dimostra una delle soluzioni più interessanti (e innovative..) per una efficace ed efficiente elettrificazione delle automobili. I bassi consumi del Diesel uniti alla brillantezza dell’elettrico offrono un compromesso in termini di emissioni e costi di gestione molto vantaggioso. Vedremo se la strada tracciata dalla stella di Stoccarda porterà a nuove applicazioni.

Il risultato ottenuto con GLE 350 de (benché testato per un breve periodo..) si dimostra promettente e merita sicuramente una prova più approfondita, per valutare con maggiore attenzione pregi e virtù in situazioni e contesti più sfidanti e complicati. Le premesse sono davvero molto buone.