Auto

Microcar elettriche con tecnologia Xiaomi, presto sul mercato cinese

Negli ultimi anni Xiaomi si è indubbiamente fatta un nome in tutto il mondo, riuscendo a uscire dal mercato cinese e affermandosi come un produttore di tantissimi dispositivi tecnologici, non solo smartphone. Questa crescita evidentemente non si pone nessun limite, tanto che ha portato la compagnia cinese a stringere un accordo con gruppo automotive formato da SAIC, GM e Wuling; questo accordo ha portato alla nascita di una nuova EV, la cui dotazione tecnologica è tutta a cura di Xiaomi.

Si chiama Baojun E300, ed è proposta in due formati di carrozzeria: 2 o 4 posti, con quest’ultima denominata “Plus”. Le forme sono moderne e giovanili, ricordano vagamente la microcar Citroén AMI, mentre la dotazione a livello di motore e di tecnologia a bordo è degna di auto ben più blasonate.

La differenza tra i modelli a 2 e 4 posti sta nella lunghezza (2,62 vs 2,89 metri di lunghezza) e nel passo (1,75 vs 2,02 metri di passo), mentre il pacco batterie rimane lo stesso per entrambi: 31 kWh di batterie senza cobalto che operano a 320 V e a 100 Ah.

Grazie a queste batterie e al peso sicuramente ridotto, la Baojun E300 assicura una buona autonomia, di circa 230 km nel ciclo WLTP. A bordo troviamo un caricatore a 6,6 kW, che permette di ricaricare la batteria utilizzando una presa di corrente casalinga in sole 5 ore; utilizzando invece una colonnina a corrente continua si può portare la batteria fino all’80% in circa un’ora. Su entrambi modelli la velocità massima dichiarata è di 100 km/h.

Se configurata con tutti gli optional disponibili, la Baojun E300 arriva a costare poco più di 10,000 €, quasi 11,000 € nel caso della 4 posti, offrendo quanto segue: sistema di cruise control adattivo, mantenimento della carreggiata, sistema di frenata di emergenza, assistenza al parcheggio e antifurto.

Xiaomi offre tanti prodotti per la mobilità urbana, come il monopattino Xiaomi Mi Electric che trovate su Amazon!