Auto

Nasce BT62, la supercar per Jack Brabham 70 anni dopo

Dalla BT60B, monoposto schierata in Formula 1 nel 1992, torna sulla scena il marchio Brabham. Il prossimo 2 maggio ci sarà la presentazione in anteprima mondiale della nuova BT62. Nelle ultime ore Brabham ha diffuso alcune informazioni tecniche della sua prima auto stradale, mostrando anche alcuni dettagli della coda.

La Brabham ha progettato la nuova BT62 proprio come fosse un'auto da corsa, una supercar dalle qualità estreme ma ancorata alla tradizione.

brabham automotive bt62 first video of track focused v8 hypercar

Il peso a secco dell'auto sarà di soli 972 kg che, insieme a un V8 da 5.4 litri, garantiranno un rapporto peso potenza di 730 cv per tonnellata. Per controbilanciare le performance del propulsore verranno adottate soluzioni frenanti con pinze a sei pistoncini e dischi carboceramici.

brabham bt62 rear tease image

Da quanto trapelato, il profilo aerodimanico della vettura deriverà dai modelli sviluppati per le competizioni, sfruttando un grande alettone posteriore di fibra di carbonio. Probabilmente questo sarà il materiale predominante nei componenti della carrozzeria.

Sotto l'alettone, saranno posizonati, ai lati dello storico logo, fari a Led sviluppati per fondersi al profilo aerodinamico della coda. Dalle prime immagini sembrano intravedersi grandi prese d'aria montate nei profili laterali del retrotreno. Grazie a queste forme caratteristiche, la vettura dovrebbe generare un carico aerodinamico superiore al suo stesso peso, raggiungendo i 1200 kg.

Dak1iJ8XcAM6GiN

La BT62 sarà prodotta in soli 70 esemplari al prezzo di 1,15 milioni di euro ciascuno, a cui vanno aggiunte tasse e accessori. 70 esemplari per celebrare i 70 anni trascorsi dalla prima volta che Sir Jack Brabham iniziò a correre in Australia.

Le prime consegne sono previste entro fine anno, quando i clienti parteciperanno ad un programma di test esclusivi in pista che consentiranno a Brabham di perfezionare il progetto, sviluppando nuove soluzioni tecniche per il futuro.