Auto

Nuova Mercedes Classe B, tanta tecnolgia e linee aggiornate

Arrivata alla terza serie, la compatta di mercedes si ripropone con un look nuovo che la inserisce nel nuovo family feeling della casa tedesca.

A cambiare non è solo la linea, ma anche le dimensioni; il modello W247 si differenzia dal precedente sotto tutti i punti di vista. Aumentano lunghezza e larghezza, che arrivano a  a 4.42m e 1.79m, mentre l’altezza complessiva è stata ridotta di 4 centimetri. L’incremento di dimensioni ha portato un allungamento del passo, che ora corrisponde a 2 metri e 72 centimetri.

Una delle sostanziali differenze tra la nuova classe B e l’odierna classe A è la posizione di guida. Mercedes dichiara una seduta più alta di nove centimetri, ad accentuare il look e il feeling da monovolume compatta.

Seguendo il recente rinnovamento della sorella “A”, le linee della nuova classe B appaiono più morbide, con un look decisamente più maturo e meno contraddistinto dalla vetustà del design originale. All’anteriore figura la nuova calandra, ancora più estesa e importante, nella quale è incastonata la stella a tre punte, il logo della casa automobilistica.

I nuovi gruppi ottici, meno geometrici e rigorosi, contribuiscono a verticalizzare la parte frontale, in netto distacco con le generazioni precedenti che tendevano a risolvere la linea anteriore con una graduale curvatura.

Procedendo verso il profilo laterale è possibile notare che il team di design fosse quello di rendere la linea della nuova “B” più fluida e sportiva, senza compromettere gli spazi interni, il vero punto di forza di questo modello.

A confermare questa devozione al dinamismo e alla fluidità, il Cx della terza generazione è il più basso di sempre per questo modello, 0,24. Per raggiungere questo risultato è stato necessario ridurre la sezione occupata dalla parte frontale, ridisegnando le prese d’aria e smussando le superfici “che opponevano resistenza”.

La riconfigurazione delle proporzioni esterne si sposa perfettamente con alcune delle modifiche che sono state apportate agli spazi interni. Se nella parte anteriore lo spazio per la testa e per le gambe è aumentato, in media di 2 cm, nella parte destinata ai passeggeri lo spazio si è, sebbene di poco, ridotto. Una differenza più sostanziale è costituita dal volume di carico del bagagliaio, che passa da 488 litri in condizioni normali a poco più di 455 litri nella nuova versione. Questa variazione in negativo deriva dalla modifica alla linea della sezione posteriore, che sacrifica capacità di carico per aumentare l’efficienza aerodinamica della vettura.

Le novità non si fermano agli spazi, ma vanno a toccare anche il lato tecnologico. Il fulcro indiscusso del rinnovamento tecnologico è il sistema di infotainement MBUX, che sta per “mercedes-benz user experience”, la nuova iterazione della multimedialità secondo mercedes.

La selezione dei display conta tre configurazioni. Nella disposizione basilare sono presenti, uno di fianco all’altro, in una configurazione “ultrawide”, due schermi da 7 pollici. La configurazione più alta offre invece due display da 10,1 pollici, nonostante la posizione e la dimensione siano intercambiabili e configurabili a piacimento.

La riprogettazione del sistema deriva dalla necessità di integrare tecnologie che, nell’ambito automotive, non hanno ancora trovato applicazione pratica. In particolare, il team di sviluppo di questa classe B si è concentrato sull’offrire diversi modi di interazione con la vettura e con il suo sistema di infotainment.

MBUX infatti non si limita ad interfacciarsi con il conducente tramite i pannelli touch, ma integra tecnologie di riconoscimento naturale della voce e implementa una rudimentale intelligenza artificiale per il riconoscimento del conducente e delle sue impostazioni preferite.

Pronunciando “hey mercedes”, in aperta somiglianza con i principali servizi di assistenza personale, si avrà accesso a tutte le impostazioni principali della vettura, oltre che quelle di altri assistenti come Alexa, Google Assistant e Siri. Interessante la possibilità di creare profili personalizzati che vanno a modificare il colore dell’illuminazione dell’abitacolo, l’equalizzatore del sistema audio, la posizione di guida e degli specchietti.

Oltre alle novità nell’interfacciarsi con la vettura, ci sono novità interessanti anche per il monitoraggio e l’utilizzo lontano dal conducente. Tutte le classe B saranno equipaggiate con un servizio di car sharing personale, oltre che del servizio Car-to-X, che permetterà di monitorare l’auto mentre si dirige verso una posizione prestabilita, segnalando incidenti e situazioni di traffico intenso e fornendo il live feed dalle telecamere esterne di cui la vettura dispone.

La dotazione tecnologica non si limita ad intrattenere, ma protegge attivamente i passeggeri e il conducente. Nel pacchetto di assistenza alla guida troviamo l’assistente per il cambio corsia, il blind spot assist, il riconoscimento attivo della segnaletica stradale e lo sterzo attivo. Di serie, in previsione dell’introduzione del provvedimento sugli aiuti alla guida, verrà istallato il sistema di monitoraggio della carreggiata con frenata automatica d’emergenza.

Per il modello W247 Mercedes prevede l’utilizzo di quattro propulsori, due benzina e due diesel. Per quanto riguarda il gasolio troviamo OM654q e OM608, entrambi quattro cilindri con cilindrate rispettivamente pari a 2 e 1.5 litri. entrambi i propulsori rispettano la classe di emissione euro 6d temp e vengono offerti rispettivamente in configurazioni da 150, 190 e 116 cavalli. Per quanto riguarda l’alimentazione a benzina, saranno disponibili i propulsori M260 e M282, quattro cilindri turbo con cubature pari a 2 e 1.3 litri. le varianti a benzina svilupperanno più potenza, nell’ordine di 190 o 224 cavalli per la versione più performante e 162 cavalli per M282.

Tutte le motorizzazioni saranno offerte con il cambio automatico DCT, disponibile con 7 o 8 marce per i motori più performanti. La trazione integrale sarà disponibile solo con il propulsore M260.

Nuova classe B partirà da 27.140 per l’allestimento executive. Per ottenere i sedili comfort, il clima automatico e i fari a led occorrerà scegliere l’allestimento sport plus, con un supplemento di circa 2200 euro.