Tom's Hardware Italia
Ibride e Elettriche

Smart EQ ForTwo e EQ ForFour 2020: foto spia durante i test

Sono state avvistati i muletti delle nuove elettriche del gruppo Daimler, Smart EQ ForTwo ed EQ ForFour.

Aggiornamento: una fonte (non ufficiale) ci ha confermato che il restyle non andrà a variare le caratteristiche tecniche dei veicoli per quanto riguarda le batterie e i parametri correlati.

Il gruppo Daimler sta ultimando i dettagli del restyling sui due nuovi modelli Smart EQ ForTwo e EQ ForFour, che saranno lanciati ufficialmente a settembre, in occasione del prossimo salone di Francoforte. Nel frattempo, in vista del debutto, alcuni prototipi sono già stati avvistati in fase di test.

Il “restyling” dovrebbe portare alcune modifiche al design ma anche un miglioramento per quanto riguarda l’autonomia dei veicoli. A partire dal 2020 si prevede, inoltre, che il produttore elimini completamente dalla gamma tutti i propulsori a benzina.

Il look aggiornato e “più moderno” comprende nuovi fari anteriori e posteriori, e nuovi paraurti. Difatti, i gruppi ottici disporranno di nuove luci a LED probabilmente ispirate al concept Smart ForEase+. Ci si aspetta anche un miglioramento soprattutto per il sistema di infotainment, con l’integrazione di funzionalità come la ricarica wireless per lo smartphone.

Oltre al design, l’obiettivo principale sarà quello di migliorare la potenza e l’autonomia della batteria. Gli attuali modelli offrono infatti una batteria da 22 kWh con autonomia di circa 112 chilometri, decisamente bassa se confrontata ad altre citycar presenti sul mercato. Ci si aspetta quindi un decisivo sviluppo, con un’ autonomia che possa arrivare almeno a 200 chilometri. Anche un miglioramento sui tempi di ricarica potrebbe rendere più competitiva la soluzione del brand. Ad ora le elettriche di Smart supportano fino a 7 kWh per la ricarica “veloce”.

In ogni caso, EQ ForTwo e EQ ForFour saranno gli ultimi modelli ad essere progettati dalla stessa Daimler. Il produttore tedesco ha infatti reso noto che il 50% delle quote saranno del marchio cinese Geely: la prossima generazione di auto potrebbe essere prodotta in un’azienda cinese. Con l’accordo tra le parti, la nuova generazione sarà disegnata dal Mercedes-Benz Design e ingegnerizzata nei centri di sviluppo Geely.