Voce alle aziende

Peugeot: tante nuove ibride PLUG-IN

Peugeot rinnova e modernizza la gamma di vetture elettrificate introducendo nuove motorizzazioni ibride Plug-in. In particolare, si tratta di un motore elettrico abbinato a un tradizionale motore termico a benzina, in grado di assicurare una grande efficienza senza però rinunciare al piacere di guida.

Le nuove motorizzazioni andranno a fare il loro debutto sul SUV Peugeot 3008 e sulle nuove Peugeot 508 e Peugeot 508 SW. Sarà inoltre possibile scegliere tra la HYbrid (2 ruote motrici) o la HYbrid4 (a 4 ruote motrici), su Nuova Peugeot 508 e Peugeot SUV 3008 a partire dall’autunno del 2019.

La gamma Peugeot si arricchisce dunque di due importanti novità per quanto riguarda la propulsione, che consentono così di esplorare nuovi ambiti del piacere di guida grazie alla modalità ZEV (100% elettrica), al grip ottenuto con le quattro ruote motrici (HYbrid4), alla modalità Sport e alla flessibilità d’uso della modalità HYbrid.

Ciò consente un’estrema adattabilità a diversi percorsi, dal semplice tratto urbano, ai lunghi percorsi autostradali, passando ai viaggi nel tempo libero tra un colle e l’altro o in riva al mare. Con 2 o 4 ruote motrici, con potenza da 225 a 300 cavalli, con carrozzerie berlina, SW o SUV, Peugeot garantisce attraverso la nuova linea di auto ibride Plug-in libertà di scelta e utilizzo, potendo così soddisfare una larga fetta di utenza.

Le nuove motorizzazioni sono la dimostrazione concreta della visione Peugeot per una mobilità senza vincoli, che possa essere appagante ed efficiente.

Andando più nello specifico, la motorizzazione ibrida Plug-in potrà contare sul motore termico 1.6 PureTech, sviluppato con l’aggiunta di un alternatore-motorino di avviamento e un’interfaccia di raffreddamento specifico. Tale motore sviluppa 180 cavalli nella versione HYbrid e 200 nella HYbrid4.

Novità anche per quanto riguarda il cambio: si tratta di un nuovo automatico a 8 rapporti e-EAT8 (Electric Efficient Automatic Transmission – 8 rapporti), creato in maniera specifica per le motorizzazioni ibride Plug-in.

Il motore elettrico all’avantreno sviluppa invece 110 cavalli. Il passaggio tra propulsione termica ed elettrica viene coadiuvato da una frizione umida multidisco che prende il posto del classico convertitore di coppia. Modifiche che permettono di aumentare la coppia disponibile di 60 Nm, in modo da ottenere una maggiore reattività e piacere di guida.

Nelle versioni HYbrid4 il retrotreno con sospensioni indipendenti a bracci multipli è provvisto di un inverter e di un motore elettrico da 110 cavalli, oltre che di un riduttore che consente così di avere un pieno controllo della trazione a quattro ruote motrici. L’abbinamento delle due propulsioni consente l’erogazione di una potenza di 225 cavalli per la versione Plugin HYbrid e di 300 cavalli per quella HYbrid4.

La batteria agli ioni di litio da 300V è posizionata sotto i sedili della seconda fila in entrambe le versioni. Ha una capacità compresa tra gli 11,8 kWh (HYbrid) e i 13,2 kWh (HYbrid4), raggiungendo così la fascia alta del mercato. Capacità che consente di percorrere in modalità 100% elettrica ben 50 km secondo il ciclo di omologazione WLTP.

La modalità 100% elettrica consente inoltre di spingersi fino a 135km/h di velocità massima, prima che subentri il motore termico.

Le nuove motorizzazioni ibride Plug-in vedono inoltre l’introduzione di diverse nuove modalità e funzioni. Importante l’arrivo della funzione Brake, che consente di far decelerare il veicolo senza la necessità di agire sul pedale del freno, sfruttando l’energia cinetica per caricare le batterie. Tale modalità torna utile nelle discese ripide, oppure quando ci si avvicina a un’uscita autostradale. Per aumentare l’autonomia in modalità 100% elettrica, gli ingegneri Peugeot hanno poi creato il nuovo sistema di frenata a controllo elettronico. Si chiama i-Booster e recupera l’energia in fase di frenata o di decelerazione.

Infine, la modalità e-SAVE consente di massimizzare le occasioni in cui poter sfruttare la modalità di propulsione solamente elettrica. Tale funzione permette al conducente di preservare la carica della batteria per poterla poi usare quando necessario secondo diversi range di autonomia. È facilmente selezionabile dal menu e-SAVE tramite il sistema multimediale con interfaccia touch. Una volta attivata, la funzione viene visualizzata sul quadro strumenti con l’autonomia messa a riserva in termini di chilometri. Basterà selezionare la modalità Zero Emissioni sul selettore delle modalità di guida per attivare la guida al 100% elettrica nel momento desiderato.

La ricarica avviene in 7 ore usando una presa domestica con caricatore da 3,3 kW e 8A, ma si scende fino a 4 ore con una presa rinforzata da 3,3kW e 14A o a 1 ora e 45 minuti con Wallbox da 6,6 kW e 32A.

Per controllare in modo semplice e veloce lo stato di carica della batteria, alcune guide luminose circondano la presa di ricarica. Una volta collegata la presa, una serie di colori indicherà lo stato di avanzamento della ricarica. Lo sportellino della ricarica si trova sul parafango sinistro del veicolo, simmetrico a quello del carburante e posizionato in maniera discreta. Il cavo di ricarica si può riporre facilmente in uno spazio specifico ricavato sotto il pavimento del bagagliaio.

Per sfruttare al meglio le nuove auto ibride Plug-in, Peugeot ha introdotto un misuratore della potenza erogata, tramite una parziale rivisitazione del Peugeot i-Cockpit, ovvero del quadro strumenti suddiviso in tre step: ECO, che corrisponde a una guida che ottimizza la gestione energetica, POWER, che segnala una guida dinamica con elevate prestazioni, CHARGE, che indica le fasi in cui la batteria si sta ricaricando.

Sono presenti anche due indicatori, uno dedicato al pieno di carburante, l’altro al pieno elettrico, così come la possibilità di visualizzare costantemente la modalità di guida utilizzata.

Non manca ovviamente anche un nuovo sistema di infotainment con touchscreen, che indica la sezione dei flussi di energia e dona una panoramica completa sulle statistiche dei consumi della componente elettrica e di quella termica. Sistema che si può anche controllare tramite smartphone con l’applicazione MyPeugeot disponibile per Android e iOS.

Andando invece ad analizzare i singoli modelli, il Peugeot SUV 3008 GT Hybrid4 con quattro ruote motrici ha, come detto precedentemente, una potenza di 300 cavalli. Risultato combinato tra il motore termico che sviluppa 200 cavalli e dei due motori elettrici, uno posto sull’asse anteriore e il secondo sull’asse posteriore, che insieme sviluppano 110 cavalli.

Può scattare da 0 a 100km/h in appena 6,5 secondi e garantisce un’autonomia in solo elettrico di 50 chilometri. I dati per quanto riguarda l’inquinamento attestano meno di 49 grammi di CO2 per chilometro. Molta cura è stata riservata anche agli interni, con la possibilità di scegliere rivestimenti in alcantara con decorazioni in vero legno di quercia. Completano la dotazione degli ausili alla guida lo Stop&Go e il Lane Positioning Assist.

Anche la berlina 508 e la rispettiva versione station wagon plugin possono contare su tante novità. In questo caso la trazione è anteriore e la potenza in combinata tra il motore termico e il motore elettrico di 225 cavalli. Il tutto è stato ottimizzato per offrire il massimo piacere di guida, mantenendo bassi non solo i consumi ma anche l’inquinamento con soli 49g di CO2 prodotti per chilometro.

Le due vetture sono disponibili negli allestimenti Allure, GT Line e GT, che differiscono per alcune dotazioni tecniche ed estetiche.