Auto

Porsche non vuole fare una 911 elettrica? Ci pensa Everrati

Porsche ha fatto dichiarazioni molto precise in merito alla possibilità di vedere nel prossimo futuro una 911 elettrica: il cuore della Porsche 911 è il motore posteriore a 6 cilindri, e nessuna alternativa elettrica potrà mai prendere il suo posto, non avrebbe senso, un po’ come una Ferrari a guida autonoma.

Questo però non impedisce ad altri di lavorare sulle 911 già esistenti per trasformarle in qualcosa di più moderno e unico; è quanto fatto da Everrati, una compagnia inglese specializzata in restauri, modifiche e restomod personalizzate su auto classiche e iconiche, che ha deciso di elettrificare una Porsche 911 installandovi un motore elettrico e batterie dopo aver rimosso il motore termico.

Nel video che vi riportiamo in calce Henry Catchpole di Carfection ha avuto modo di testare questa restomod assolutamente unica: la 964 modificata da Everrati è in grado di erogare 500 cavalli di potenza a 500 Nm di coppia, grazie ai quali è in grado di scattare da 0 a 100 in circa 4 secondi. Nel video, Henry parla di accelerazione inebriante, ma non di quelle che ti tolgono il fiato.

La distribuzione dei pesi è stata curata attentamente da Everrati per non snaturare le geometrie dell’auto: le batterie sono posizionate all’anteriore e al posteriore, con una ripartizione 40/60 per sfruttare al meglio le caratteristiche della Porsche 911, anche se chi ha avuto modo di provarla la paragona più ad una Cayman 718. Le sospensioni sono interamente regolabili dall’interno della cabina, così da permettere al pilota di trovare il giusto compromesso tra le varie forze in gioco.

Dopo averla provata, Catchpole ha affermato di preferire comunque il motore originale di Porsche, in quanto più vivo e divertente rispetto a un motore elettrico; ciò nonostante il lavoro di Everrati è considerato un grande successo, confermando che sarebbe possibile creare una Porsche 911 elettrica in grado di trasmettere le giuste sensazioni a chi si trova al posto di guida.