Auto

Prova, Mercedes GLE coupé 53 AMG: salotto da 435 Cv

I Suv ad alte prestazioni (il termine sportivo non si addice a questa categoria di automobili) sono una realtà sempre più diffusa, e apprezzata. Merito di una carrozzeria di tendenza, di una grande versatilità e di una resa dinamica più che soddisfacente per togliersi qualche soddisfazione al volante. D’altronde, su strada un Suv ad alte prestazioni resta più sfruttabile di molte vere supercar.

Mercedes ha offerto sin dagli albori della categoria soluzioni per i propri clienti. L’offerta continua con la nuova generazione di GLE Coupé che vanta ben due versioni curate dal reparto AMG: 53 AMG (435 CV) e 63 AMG S (612 Cv). Il primo oggetto del nostro test si è rivelato un modello molto piacevole da guidare, in ogni condizione e con diversi stili di guida. Mercedes GLE Coupé 53 AMG è disponibile a partire da 107.652 euro.

Stile Mercedes

Rispetto ai modelli di serie, la versione AMG di GLE Coupé aggiunge alcuni dettagli utili a migliorare la presenza aggressiva su strada. Lunga 4,96 metri e larga più di 2, è una di quelle vetture che vista nello specchietto retrovisore in autostrada mette in soggezione. L’aspetto si basa su forme morbide ed elementi muscolosi, soprattutto all’anteriore.

La sagoma dei gruppi ottici anteriore è un riuscito sunto di forme morbide ed elementi più spigolosi che ben si integrano in una calandra muscolosa. La carrozzeria gioca sempre su questi contrasti, enfatizzati nella zona posteriore dove i fari a sviluppo orizzontale restituiscono una sensazione di continuità con il resto dello stile. L’elemento caratterizzante è sicuramente il gruppo terminale AMG: nero e con quattro scarichi, davvero aggressivo.

Gli interni riprendono l’impostazione Mercedes per i grandi Suv, senza grosse novità. A fare la differenza sono i due schermi da 12″ del sistema MBUX che si sviluppano senza soluzione di continuità. Scenografici ed efficaci nel restituire le molte informazioni. Qualche dubbio sull’assistente vocale: funziona abbastanza bene ma le opportunità di crescita sono numerose. Per ora, non chiedete nulla di più se non la regolazione della climatizzazione, l’avvio di una chiamata e l’impostazione della navigazione (qualche incertezza in quest’ultima caso è stata documentata).

L’organizzazione dello spazio è funzionale e chi si accomoda su Mercedes GLE Coupé si troverà a vivere in un ambiente lussuoso e raffinato. Le poltrone accolgono comodamente soprattutto conducente e passeggero anteriore che possono contare su regolazione al millimetro e su funzioni di messaggio oltre che di riscaldamento e ventilazione. Non male anche la vita per chi siede dietro: due adulti si trovano a loro agio, grazie anche al climatizzatore separato e alla possibilità di riscaldare i sedili. L’andamento del tettuccio non sacrifica lo spazio per la testa.

La sensazione di qualità è molto forte anche se alcuni componenti sono stati riciclati da modelli di fascia inferiore. Un utilizzo di soluzioni differenti avrebbe contribuito a rendere GLE ancora più esclusivo. Molto bello il volante AMG: si impugna bene e ha una forma sportiva con il selettore delle modalità di guida a forma di rotella molto comodo e intuitivo da utilizzare.

Che potenza!

Guidare la GLE AMG è sicuramente piacevole: la posizione dominante restituendo sensazioni di sicurezza e affidabilità. La differenza tra un Suv ad alte prestazioni e una super car sta proprio nelle sensazioni: più emozionante sicuramente la sportiva che richiede però abilità, integrità fisica e un po’ di coraggio per essere condotta con sicurezza. Lo stesso non vale per un Suv che essendo più simile ad auto di serie e per le sue forme così comuni, intimidisce molto meno.

Attenzione però: ciò non significa che questi siano meglio delle sportive o che si possano guidare con minore concentrazione. Sono solo due modi di intendere le prestazioni differenti. Al volante di Mercedes GLE AMG non bisogna mai esagerare: il 3.0 litri sei cilindri in linea eroga ben 435 Cv. Le accelerazioni sono esplosive, accompagnate da un suono davvero coinvolgente ed entusiasmante. In rilascio, scoppietta.

La dinamica di guida è molto ben curata e riesce a mascherare peso e dimensioni. Lo sterzo è rigido e progressivo ma non severo: il peso è corretto con la mole dell’automobile assicurando la giusta maneggevolezza sia nelle fasi di guida che di manovra. Potente e affidabile la frenata. Il massimo delle prestazioni lo si ottiene con le modalità Sport e Sport+ dove il possente propulsore si esalta e il cambio a nove rapporti tira le marce per sfruttare al massimo l’erogazione.

Il risultato è coinvolgimento di guida molto buono pur trattandosi di un Suv, una bella soddisfazione. La trazione è integrale con sistema Mercedes 4Matic+: ideale per avere sempre aderenza anche in condizioni di asfalto precario o cattive condizioni meteo. Difficile chiederle di fare off road, anche se tra i programmi dedicati ve ne sono alcuni specifici per la guida lontana dall’asfalto: terra e scivoloso per le gite in montagna. In condizioni ideali, il grip è eccezionale e i 520 Nm di coppia massima sono gestiti con estrema accuratezza. Molto bene le sospensioni che assorbono con efficacia le asperità.

Le prestazioni sono decisamente di tutto rispetto: accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,3 secondi per una velocità massima limitata elettronicamente di 250 km/h. L’elettronica aiuta molto nelle situazioni quotidiane, gli aiuto alla guida sono innumerevoli e tutti ben sviluppati. Un po’ troppo brusco l’intervento del mantenimento automatico della corsia che frena la ruota fuori dalla linea riportando tempestivamente l’auto in carreggiata. Ottimo il cruise control adattivo. Tutti questi controlli, insieme a quello della trazione possono essere disattivati: una condizione da sfruttare esclusivamente in pista o in condizioni controllate.

La guida su strada in condizioni normali è piacevole e si vive in un ambiente raffinato, elegante e comodo. L’isonorizzazione è ottima in modalità comfort o eco anche a velocità autostradali permettendo di godersi i km senza interferenze. Lato consumi, una potenza del genere richiede grandi quantità di benzina, anche se stando molto attenti si riesce a ottenere percorrenza di circa 11/12 km/l sui tratti a scorrimento veloce. Un risultato ottenuto anche grazie al modulo EQ-Boost da 16 Kw che aiuta il motore in fase di veleggiamento e ripartenza. Una media  più attendibile è di 8 km/l di percorrenza.

Mercedes GLE Coupé 53 AMG è un mezzo per certi aspetti sorprendente: raffinato e comodo, potente e furioso. Contrasti che si concretizzano in un suv ad alte prestazioni piacevole da guidare che mantiene una versatilità ai vertici del segmento. Dedicato a chi è alla ricerca di una vettura che possa unire le esigenze delle quotidianità, permettendo di togliere più di qualche soddisfazione alla guida.