Auto

Range Rover Evoque 2019: il SUV Compatto Land Rover punta sulla tecnologia

Ben 770.000 esemplari in circa 8 anni: sono ottimi i risultati del Range Rover Evoque, grande successo di Land Rover che ha saputo creare un SUV compatto al passo coi tempi. Per un’automobile però otto anni iniziano a pesare: per questo motivo (e anche a causa dell’aggressività di altre aziende competitor verso questo segmento di mercato) l’azienda inglese ha annunciato l’arrivo di una seconda generazione di questa auto.

Con una lunghezza di 437 cm e qualche nuovo particolare ispirato al Range Rover Velar, la nuova Evoque non rivoluziona il suo core ma rifinisce alcuni dettagli come le maniglie a scomparsa o i fanali posteriori. Ciò che stenta ad arrivare esteticamente, arriva invece a gamba tesa in termini di specifiche: la nuova Range Rover Evoque si baserà sulla nuova piattaforma PTA (Premium Transverse Architecture) di Land Rover, che permetterà di montare anche motori ibridi leggeri o ibridi full con batterie ricaricabili.

Se la prima versione sarà disponibile fin dal debutto, la seconda arriverà entro fine 2019 e sarà basata su un motore a benzina a 3 cilindri (1.5 litri). Nell’ibrido leggero l’impianto elettrico sarà da 48 Volt alternato con uno a 12 Volt con batteria supplementare e motorino elettrico a duplice funzione (avviamento e recupero energia).

I motori disponibili saranno un 4 cilindri Ingenium 2.0 a benzina, capace di generare 200, 250 o 300 CV, e un 2.0 diesel con 150, 180 o 240 CV. Tutte le serie avranno un sistema mild hybrid con cambio automatico a 9 marce.

Grazie ad un interasse più grande di 2,1 cm e a delle sospensioni meno ingombranti, la nuova Range Rover Evoque guadagna spazio interno, combinando il tutto con sedili dai supporti più piccoli. Guadagno del 10% anche nello spazio del portabagagli, che raggiunge 591 litri di volume (1383 con il divano posteriore ripiegato).

Il cruscotto passa ad un doppio schermo da 10” (anch’esso ispirato alla Velar): il primo gestirà il clima dell’auto, mentre l’altro si occuperà dell’infotainment. Presente anche un display di controllo digitale da 12,3” per tachimetro e informazioni dell’auto, e un HUD che mostra sul parabrezza alcune informazioni principali utili per la guida. Presenti infine 6 porte USB per ricaricare gli smartphone e un router WiFi.

La tecnologia non è soltanto legata al divertimento nella nuova Range Rover Evoque: il sistema Terrain Response 2 permetterà al guidatore di variare la motricità su terreni diversi (Sabbia, Erba, Ghiaia, ecc), mentre i sistemi di Wade Sensing e ClearSight Ground View aiuteranno rispettivamente a vedere a schermo l’altezza dell’acqua e il terreno frontale alla guida. Se tutto ciò non bastasse, lo specchietto retrovisore, nonostante la superficie riflettente standard, potrà anche proiettare le immagini posteriori della telecamera, divenendo a tutti gli effetti digitale.