Tom's Hardware Italia
Auto

Renault Twingo 2019: l’urban car agile e connessa

Nella cornice romana abbiamo avuto modo di provare la Nuova Twingo, una street car eccezionale che ci ha accompagnato tra la Street Art di Roma.

Questa settimana la cornice della città eterna ha ospitato un evento dedicato al lancio della nuova versione della Twingo, automobile della Renault che torna in una veste rinnovata e migliorata, andando ad accontentare un target che pone come necessità primaria quella di avere una vettura agile, compatta ma allo stesso tempo al passo coi tempi. La scelta di Roma come location ha giovato – nonostante il tempo uggioso – nell’accompagnare questo reveal anticipato prima soltanto dal Salone di Ginevra. La scelta è stata caratteristica e interessante: si è deciso di accostare il rilancio di questo brand (che ormai da più di 25 anni popola le strade italiane e non) alla cultura della street art della Capitale. Ma prima di procedere con l’esperienza stessa, scopriamo un po’ qualcosa di questa Nuova Twingo.

Il primo modello, uscito nel 1993, era una monovolume rivoluzionaria per l’epoca: lo spazio interno unito alla compattezza esterna rendeva questa vettura adatta ad vivere la città come poche altre: il suo successo, evidenziato anche dal fatto che il secondo modello è arrivato soltanto nel 2007, a distanza di 14 anni, si è affermato nel 2014 con la terza versione, e punta ora a prendere ulteriore posizione in questa nuova veste. La prima scelta caratteristica, che rende la Nuova Twingo in regola con le normative Euro6d, è stata quella di dotarla di due motorizzazioni: la prima è uno SCe da 65 CV (cilindrata 998), adatto per i neopatentati con il suo aspirato e con un consumo di 4,4 l/KM, mentre la seconda opta per un TCe da 95 CV (cilindrata 898) con dei consumi leggermente più alti e disponibile sia con cambio manuale a 5 rapporti che automatico (EDC a 6 rapporti). Accompagnano queste novità lato motore anche un mantenimento delle dimensioni: lunga 3,61 m, larga 1,65 m e con un volume del bagagliaio che va dai 174 fino ai 219 (980 con i sedili posteriori ripiegati), la Nuova Twingo riesce di nuovo a coniugare compattezza senza pregiudicare la sua spaziosità, davvero una delle migliori del segmento.

Le tre parole chiavi descritte in conferenza stampa per definire l’anima di questa Twingo sono state Cool, Agile e Connessa: se per la prima viene in aiuto un’estetica leggermente migliorata, con tanto di colorazioni nuove (giallo mango e bianco quarzo) e striping opzionale, la seconda è generata dalla scelta di dotare la vettura di un angolo di sterzatura di 45°, qualcosa di molto comodo negli spazi stretti del centro città. Il motore posizionato posteriormente infine dona all’auto una compattezza aggiuntiva, risolvendo inoltre il problema di leggero surriscaldamento del bagagliaio presente nel precedente modello (tramite una presa d’aria sul lato sinistro che permette il fluire dell’aria nel vano motore). A concludere il quadretto ci pensa l’inserimento dell’Easy Link, sistema operativo nuovo sia per quanto riguarda la grafica che per le funzionalità: un touchscreen da 7 pollici compatibile con Apple CarPlay e Android Auto e molto comodo da utilizzare, fa il suo esordio sulla Twingo (anticipando la sua uscita prevista su Clio).

In termini pratici tutto questo si traduce in comodità allo stato puro: guida la vettura nella caotica Roma è facile e intuitivo: la versione che abbiamo provato è stata la TCe da 95CV EDC, e siamo riusciti a testarla sia in un ambito cittadino (tra Piramide e zone limitrofe), sia per un po’ sul Grande Raccordo Anulare, che nonostante il traffico ci ha permesso di far ruggire quel motore piccolo ma adatto certamente al suo telaio. Le due cose che però subito saltano all’occhio sono quelle che riescono a farla entrare nell’Olimpo delle City Car: le dimensioni contenute e il suo angolo di sterzatura riescono a dare una “marcia” in più alla vettura, rendendola una lepre tra le vetture sparse nella Capitale.

Quale miglior modo di mostrare una Street Car se non nella Capitale d’Italia, passando davanti alla Street Art più ricercata e di qualità dello stivale? Tutto l’evento di Test Drive si è infatti incentrato in un viaggio nel cuore della Roma fatta di murales e di arte, di simbolismi e colori. Tramite un percorso preimpostato – guidato da un’applicazione che inoltre metteva a disposizione un video esplicativo ad ogni fermata – è stato possibile esplorare questo lato nascosto di Roma. In due ore di viaggio, a bordo della Nuova Twingo, abbiamo potuto vedere un’anima artistica e al contempo moderna affacciarsi su grigi palazzi e muri, raccontando solo come la Street Art sa fare dei concetti profondi e significativi. Così come questi affreschi riescono a valorizzare la città, a sua volta Roma ha valorizzato l’agilità della Nuova Twingo, una vettura che con un prezzo di partenza di 11.450 euro, mette a disposizione comodità, compattezza e destrezza.

Anche se i due benzina sono gli unici protagonisti di questa Nuova Twingo, il mercato del GPL non è stato abbandonato da Renault: coprendo esso il 29% delle vendite della vettura, l’azienda ha deciso di mettere in commercio la Twingo Generation, modello precedente che ora si equipaggia con un nuovo TCe GPL da 90 CV in vendita al prezzo di 12.450 euro.