Ibride e Elettriche

Rolls-Royce Spectre: ecco com’è la prima elettrica di lusso

Rolls-Royce lancerà la sua prima auto elettrica alla fine del 2023 e si è impegnata a eliminare gradualmente i motori a combustione su tutta la sua gamma entro il 2030. Il primo prodotto che emergerà da questa rapida strategia di elettrificazione sarà la nuovissima Spectre, presentata in anteprima nella giornata di ieri.

Apparentemente ideata sulla coupé Wraith, il prototipo in sviluppo è decorato con una delle citazioni più note del co-fondatore dell’azienda Charles Rolls: “Sforzati per raggiungere la perfezione in tutto quello che fai. Prendi il meglio e miglioralo finché è perfetto. Se non esiste progettalo.” È probabile che la presenza della citazione sia una diretta correlazione alla struttura della vettura, che sarà libera da qualsiasi strategia di condivisione del gruppo. Invece di utilizzare la piattaforma Cluster Architecture (CLAR) che è alla base dei nuovi veicoli elettrici i4 e iX della casa madre BMW, Rolls-Royce si attiene al telaio modulare in alluminio “Architecture of Luxury“, utilizzato per le attuali Phantom e Cullinan.

Il CEO dell’azienda ha spiegato che la piattaforma è “scalabile e flessibile”, consentendo il suo utilizzo in una varietà di segmenti. I dettagli relativi al powertrain di Spectre sono ancora ignoti ma è probabile che erediti il propulsore della iX M60 che offre, circa, le stesse prestazioni dell’attuale V12 da 6,6 litri inserito nelle vetture di lusso dell’azienda di Goodwood. Una serie di auto di prova sarà costruita per il programma di test drive di due anni e coprirà più di 200 milioni di km, equivalenti a circa 400 anni di utilizzo, afferma Rolls-Royce. Sconosciuto anche il prezzo, ma conoscendo il target e i precedenti modelli di Rolls-Royce è probabile che anche Spectre raggiunga e superi i 400mila euro di listino.