Ibride e Elettriche

Scotsman, il monopattino elettrico stampato in carbonio super resistente

Di Arevo Scotsman abbiamo scritto già alcune settimane fa in concomitanza del lancio della campagna di crowdfunding su Indiegogo. Ora, a distanza di qualche giorno, abbiamo avuto la possibilità di intervistare brevemente Sonny Vu, CEO, di Arevo.

Per chi non lo sapesse, Arevo è un’azienda californiana della Silicon Valley divenuta famosa per aver i suoi progetti realizzati in stampa 3D e per la produzione di Scotsman e Superstrata, rispettivamente il monopattino elettrico oggetto di questa intervista e un’innovativa bicicletta elettrica lanciata la scorsa estate.

Il passato del CEO di Arevo vanta impieghi decisamente di rilievo, è stato CTO di Fossil Group, ha fondato Elemental Machines, AgaMatrix e Alabaster. Non manca una collaborazione con Microsoft Research con conseguimento di un dottorato di ricerca al MIT.

Il monopattino elettrico Scotsman beneficia di un telaio unibody interamente stampato in carbonio termoresistente con dimensioni e proporzioni studiate attentamente con ogni singolo acquirente. Avete capito bene, Scotsman viene prodotto su misura e può essere progettato con un pianale di dimensioni maggiori, manubrio più alto e una posizione di guida più comoda.

Proposto in tre motorizzazioni (500, 1000 e 2000 watt di potenza) con o senza doppio motore, può avere anche la trazione integrale. A livello di sicurezza, è presente un doppio sistema a frenata rigenerativa e, inoltre, un solido freno a disco posteriore che assicura un arresto in spazi brevissimi. Le batterie installate dovrebbero essere sufficienti per percorrere un massimo di 110 km nella modalità a consumo ridotto; in ogni caso, le batterie sono removibili e pertanto è possibile estenderne il funzionamento.

Tra le feature più interessanti troviamo senza dubbio la dash-cam integrata nel manubrio, che permette di riprendere i propri spostamenti e può tornare utile anche in caso di sinistro. Sul manubrio è installata una piccola strumentazione digitale perfettamente integrata, che riporta dati sulla velocità e l’autonomia rimasta. GPS always-on, Bluetooth e connessione dati completano il pacchetto di dotazioni dello Scotsman.

Nonostante le potenze elevate, la versione commercializzata in Italia è studiata per offrire una velocità massima in linea al nostro Codice della Strada; senza limitazioni, il modello più potente è in grado di superare i 70 km/h. A questo proposito ci siamo domandati come si sarebbe comportato il monopattino in un eventuale sinistro; di seguito potete trovare la risposta del CEO dell’azienda e, naturalmente, un altro paio di curiosità che volevamo analizzare più in dettaglio:

Avete realizzato qualche crash test? Come si comporta il materiale composito in caso di collisione? È sicuro?

Jeff Norris Il nostro materiale composito è realizzato in fibra di carbonio termoplastico, non CFRP termoindurente che è più fragile. Quindi il nostro scooter è molto resistente agli urti. Probabilmente Arevo è uno dei pochissimi se non l’unico monopattino elettrico realizzato in CFRP; generalmente solo alcune parti sono in questo materiale.

Molti paesi stanno pensando di modificare il regolamento vigente soprattutto in ambito metropolitano, per limitare l’utilizzo selvaggio dei monopattini elettrici. Come si posiziona Arevo?

Jeff Norris Da sempre incoraggiamo gli utenti ad utilizzare le nostre soluzioni consapevolmente. Al momento abbiamo registrato una maggiore richiesta per Scotsman 2000, ma coloro che desiderano avere un modello conforme a qualsiasi regolamento dovrebbero acquistare la variante 500.

I monopattini elettrici sono spesso ingombranti e non possono essere portati all’interno in molti luoghi pubblici come ristoranti o negozi, Arevo Scotsman può essere legato come se fosse una bicicletta?

Jeff Norris Sì, ovviamente puoi usare un lucchetto flessibile (una catena) e bloccare il monopattino elettrico a qualcosa come una bicicletta. Tuttavia, è presente anche una serratura elettronica che si attiva tramite l’applicazione dedicata. In ogni caso, il dispositivo è interconnesso e l’utente può sempre controllare la posizione tramite GPS/rete dati.