Auto

Seggiolino salvabebè obbligatorio dal primo luglio 2019

Il disegno di legge sull'obbligo del seggiolino salvabebè è stato approvato al Senato con 261 sì e un solo astenuto. Il seggiolino smart dotato di sensori che aiutano a evitare l'abbandono dei bimbi sulle auto, diventerà così obbligatorio a partire dal 1 luglio del 2019.

L'obbligo prevede che, qualora in auto sia presente un bambino di età inferiore ai quattro anni, sia necessaria la presenza di un dispositivo elettronico in grado di segnalare la presenza del bimbo in qualsiasi momento. Ciò per evitare l'abbandono involontario dei bimbi, tragedia che ha colpito solo negli Stati Uniti circa 37 bimbi all'anno e dovuta a una sindrome che si chiama amnesia dissociativa, causata dallo stress nella maggior parte dei casi.

Le pene per i trasgressori variano dagli 81 ai 326 euro di multa, ma si può arrivare anche alla sospensione della patente da un minimo di 15 giorni fino a due mesi nel caso l'infrazione venga rilevata più di una volta in due anni.

3996956 1820 bambino seggiolino 725x545 pagespeed ce dU7M7F 825

Al momento i dispositivi compatibili sono davvero pochi, tra cui i seggiolini Oasys 0+ e Oasis i-Size, realizzati da Chicco in collaborazione con Samsung e dal costo rispettivamente di 149 euro e di 249 euro. Funzionano banalmente come qualsiasi dispositivo Smart. Sarà necessario scaricare l'apposita applicazione, configurare un account famigliare condiviso, e successivamente collegare il dispositivo tramite Bluetooth. La presenza di sensori sul seggiolino avviserà tramite notifica tutti i dispositivi compatibili. Il sistema si attiva automaticamente nel momento in cui il bebè viene accomodato sul seggiolino.

Leggi anche: Il 17,8% delle famiglie italiano è sconnesso per scelta?

Si tratta comunque di un costo non indifferente, che obbliga chi ha già un seggiolino a cercare una soluzione alternativa, che rispetti la nuova normativa. Certo, manca ancora un anno all'entrata in vigore della Legge Meloni e nel frattempo il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ha dichiarato che nella legge di Bilancio verranno prese le misure necessarie per aiutare economicamente le famiglie che saranno obbligate a fare questo aggiornamento.