Ibride e Elettriche

Seven EV, questo sarà il nome della prima Caterham elettrica

Il marchio britannico specializzato nella costruzione di vetture super leggere anche ad alte prestazioni è stato recentemente acquisito dal gruppo VT Holdings e il CEO della società si è impegnato per riportare Caterham al successo di una volta e per farlo è necessario avviare lo sviluppo di una nuova piattaforma compatibile con i propulsori elettrici. Per il produttore si tratta senza dubbio di una sfida decisamente importante, soprattutto se consideriamo che le Caterham (come le Lotus) sono caratterizzate da un peso sempre molto contenuto e generalmente le proposte elettriche sono tutto fuorché leggere.

La prima auto elettrica sarà la Seven EV e sarà sviluppata proprio con l’intenzione di preservarne gli aspetti chiave come agilità e piacere di guida. La geometria delle sospensioni e altri aspetti del telaio saranno ricalibrati per mitigare il peso extra della batteria e dei motori elettrici; è probabile che venga rimosso il sistema di frenata rigenerativa che, in genere, grava diversi chilogrammi sulla massa complessiva del veicolo. Seven EV cambierà nella sostanza ma non nella forma, si prevede quindi un modello ancora a ruote scoperte con quella inimitabile silhouette affusolata caratterizzata da un cofano estremamente lungo, quasi sproporzionato.

L’accelerazione sarà all’incirca alla pari della 620R, la Caterham più prestazionale sino ad ora prodotta; si prevede quindi uno scatto da 0 a 100 km/h di circa 2,79 secondi. Seven EV sarà simile ad un go-kart elettrico, con un’erogazione immediata capace di bruciare qualsiasi proposta rivale nelle curve.

Prima di mettere in produzione la Seven EV, Caterham sta cercando di firmare un accordo di partnership con un altro produttore per garantire una fornitura di batterie e motori, simile all’accordo che ha attualmente con Ford per i motori Duratec che sono presenti negli attuali modelli in produzione. La Seven EV sarà svelata nel 2023 in occasione del 50esimo anniversario della società; secondo il CEO della società, i motori a combustione rimarranno disponibili finché sarà possibile.

In aggiunta al sistema elettrico da acquistare da altri produttori, uno dei maggiori ostacoli per Caterham è garantire l’accesso ai processi di omologazione per i nuovi modelli, poiché i produttori più famosi prenotano con largo anticipo tutti gli slot disponibili rendendo la verifica estremamente costosa. A questo proposito, è probabile che Caterham stringa un’alleanza con Morgan (o Lotus) per poter ovviare al problema.