Ibride e Elettriche

Shell lancia un servizio di noleggio dedicato alle auto elettriche

La mobilità sostenibile continua ad essere ormai protagonista indiscussa degli spostamenti urbani. Il grande colosso petrolifero anglo-olandese ha lanciato un nuovo servizio di noleggio dedicato esclusivamente alle nuove auto elettriche. Il servizio, attualmente presente in Germania è stato denominato Shell Recharge Auto-Abo.

La piattaforma del servizio di abbonamento mette a disposizione degli utenti tre periodi di abbonamento6, 12 e 24 mesi e, inevitabilmente, a seconda della scelta fatta dall’utente a variare sarà anche il costo. Le opzioni messe a disposizione da Shell includono, ad esempio, la Fiat 500e Icon, proposta ad un costo di 289 euro al mese con incluso un buono ricarica Shell da 20 euro e la Mercedes EQC AMG Line che richiede invece un costo a partire da 879 euro.

Con Shell Recharge Auto Abo, stiamo ampliando il nostro impegno per una mobilità più pulita in collaborazione con Fleetpool: l’app gratuita Shell Recharge, che puoi utilizzare con il tuo Auto Abo, ti dà accesso a oltre 200.000 stazioni di ricarica in Europa. Così sei sempre ben rifornito in movimento, anche se non hai un’opzione di ricarica a casa.

Non a caso il nuovo servizio comprende immatricolazione, manutenzione, cambio stagionale degli pneumatici, controlli del veicolo, tasse e assicurazione. A carico degli utenti il colosso lascia solamente la ricarica, che può essere eseguita anche tramite l’app Shell Recharge.

Più clienti scelgono un veicolo elettrico, più è probabile che riducano le emissioni di CO2 nel settore dei trasporti. Vogliamo aiutare le persone a effettuare il passaggio, consentendo loro di caricare le auto con elettricità verde al 100% in tutte le stazioni di ricarica rapida Shell Recharge, ha commentato Jan Toschka, responsabile delle stazioni di servizio Shell in Germania, Austria e Svizzera.

Il servizio di noleggio dedicato alle auto elettriche rappresenta per la multinazionale anglo-olandese un ulteriore passo in avanti nella promozione di una mobilità più green e responsabile. Non dimentichiamo che per far fronte alle criticità delle infrastrutture di ricarica fondamentali per la diffusione dell’e-sharing e della mobilità elettrica in generale, la società ha dato il via ad un vero e proprio processo di transizione con l’ufficializzazione dell’acquisto di Ubitricity, più grande network di ricarica pubblica della Gran Bretagna.