Auto

Tesla, la nuova Gigafactory in Russia? Elon risponde ma non conferma

Tesla è in continua crescita, e lo dimostrano anche le voci che la circondano: nelle ultime ore la stampa russa ha annunciato la decisione della casa californiana di aprire un nuovo polo produttivo proprio in Russia, facendo il nome della città di Korolev, vicino a Mosca.

La notizia è stata successivamente confermata da alcune fonti governative russe, ma dal lato americano le conferme tardano ad arrivare: in passato lo stesso Elon Musk aveva lasciato intendere che ci fosse la possibilità di aprire una Gigafactory in Russia, ma ad oggi non sembrano esserci vere e proprie notizie ufficiali in merito.

Il CEO di Tesla, come al solito, non si è fatto pregare e ha parlato della questione su Twitter: “Tesla non ha ancora deciso quale sarà la location della quarta Gigafactory”. Queste le parole di Musk, chiare e concise; la decisione non sarebbe ancora stata presa e ciò lascia aperta la porta a una possibile presenza sul territorio russo. Potrebbe trattarsi semplicemente di una tattica scelta da Musk per celare dei piani che in realtà sono già stati definiti, oppure Tesla potrebbe essere effettivamente ancora indecisa su dove aprire il prossimo polo, con l’India possibile candidata.

Per il momento, Tesla è ancora impegnata nel completare le due Gigafactory in Texas e in Germania: sono stati molti i problemi burocratici riscontrati, specialmente in terra teutonica, ed è possibile che Tesla preferisca concentrarsi sul completamento di queste due fabbriche prima di pensare a dove o quando aprire la prossima, anche per capire quali saranno i nuovi regimi di produzione una volta che le 3 Gigafactory saranno arrivate tutte a pieno ritmo di lavoro, per rivedere di conseguenza l’espansione futura della compagnia.

Che questi rumor si rivelino corretti o meno, Tesla continua a stare sotto ai riflettori vista la posizione dominante che è riuscita a conquistarsi in pochi anni nel mercato automobilistico.