Auto

Tesla, nuovo richiamo per sospensioni cigolanti

Tesla si è vista costretta ad avviare una nuova campagna di richiamo per la Model 3 in Nord America, dopo che una discreta quantità di clienti si è lamentata di uno strano rumore provenire dalle sospensioni anteriori.

Tesla Model 3 è l’auto elettrica più venduta al mondo, e ogni volta che si riscontra un problema su quest’auto Tesla sa che dovrà risolverlo il prima possibile e in modo comodo e semplice per una grossa fetta della sua clientela; fortunatamente per Tesla, questa volta si tratta di un problema facilmente risolvibile.

Il rumore cigolante udito da diversi clienti Tesla proviene da uno snodo a sfera del braccetto superiore delle sospensioni anteriori, e le officine Tesla risolvono il problema – che di per sé è soltanto un fastidioso rumore, non va a inficiare in nessun modo sul lavoro della sospensione – riapplicando una pasta sigillante che tiene l’acqua e altri liquidi fuori da questo snodo. Alcuni utenti sostengono che lo scolo del tergicristallo andrebbe a rovinare prematuramente questo sigillo, dato che porta l’acqua proprio in quel punto: è proprio per questo motivo che è importante rimuovere il vecchio materiale sigillante per applicarne di nuovo, così da evitare che l’acqua vi si possa infiltrare all’interno rovinando prematuramente lo snodo.

Già da diverso tempo Tesla si occupa di questo problema per tutti i clienti che richiedono un intervento, ma ora è stata avviata una vera e propria campagna di richiamo: sulla app ufficiale i clienti ricevono una notifica che li invita a fissare un appuntamento e recarsi in officina per verificare lo stato delle sospensioni ed eventualmente intervenire per risolvere questo problema.

In alcuni casi si è potuto risolvere artigianalmente il problema andando a iniettare del grasso nello snodo, rinnovandone quindi la lubrificazione interna per evitare il noioso rumore cigolante, ma si tratta di una soluzione non definitiva e probabilmente non alla portata di tutti.