Ibride e Elettriche

Tesla ottiene il miglior trimestre mai registrato fino ad ora: risultati da record

Dopo aver chiuso il terzo trimestre dell’anno con un nuovo record di consegne, Tesla ha condiviso i dati finanziari dell’ultimo periodo che esaltano ancora una volta risultati sopra le aspettative, almeno per quanto concerne agli utili.

Il produttore di auto elettriche americano ha chiuso il terzo trimestre del 2021 con un fatturato di 13,757 miliardi di dollari, un risultato decisamente superiore agli 8,7 miliardi di dollari registrati nello stesso periodo nel 2020. L’utile per azione, invece, (non-GAAP) è stato pari a 1,86 dollari per azione, un risultato sopra le attese. Questi granitici risultati sono stati ottenuti anche grazie agli ottimi numeri registrati con Model 3 e Model Y, le due più recenti vetture del marchio Tesla.

Con l’arrivo sul mercato delle versioni restyling di Model S ora e Model X in un secondo momento, c’è da sperare che il produttore possa chiudere il Q4 con risultati ancora superiori. Il risultato ottenuto nel Q3 è ancora più sorprendente se si pensa alla crisi dei semiconduttori, problematica che ha colpito quasi tutti i produttori del settore dell’automotive. Tesla, per superare questo problema, ha utilizzato un approccio che le ha permesso di attenuare i problemi; come sappiamo, la società di Musk, avrebbe stretto accordi con diversi fornitori e, al tempo stesso, riscritto il codice di alcuni software per poter utilizzare semiconduttori differenti senza problemi di compatibilità.

Federicovecchio.com

Ma il dato più interessante è quello che riguarda la capacità produttiva raggiunta ora da Tesla; l’azienda ha annunciato di essere in grado di poter arrivare a produrre un milione di auto elettriche all’anno. Allo stato attuale è lo stabilimento di Fremont a contribuire con il numero maggiore: 430mila vetture consegnate solo nell’ultimo anno. Si tratta di un risultato davvero di rilievo se pensiamo che Tesla, fino a non molto tempo fa, contava pochissimi stabilimenti e una produzione davvero limitata. A breve saranno attivate le Gigafactory del Texas e della Germania, pertanto il produttore potrebbe facilmente aumentare la propria potenza di fuoco. Vista la promettente crescita è probabile che, come accennato, il Q4 diventi un altro periodo da record nell’attesa della commercializzazione di Roadster, Semi e Cybertuck, modelli previsti per i prossimi anni.