Auto

Toyota e Audi al CES con le auto che si guidano da sole

Toyota e Audi stanno mettendo a punto i rispettivi sistemi di guida senza conduttore. Entrambe le case automobilistiche saranno impegnate in dimostrazioni in occasione del Consumer Electronics Show della prossima settimana.

L'azienda giapponese ha già pubblicato su Internet un video di cinque secondi in cui dà un assaggio di quello che può fare una Lexus LC600h. Il veicolo è dotato di apparecchiature radar e di una telecamera in grado di individuare gli altri veicoli, le linee di demarcazione delle corsie e i segnali stradali, consentendo così di muoversi senza conducente. 

Toyota Lexus LC600h

Dalle immagini sembra che risponda all'appello anche un laser molto simile a quello che era montato sul tetto dei veicoli usati da Google per le sue vetture. Non è un caso che l'azienda di Mountain View abbia usato diversi veicoli Toyota per armare la propria flotta di auto senza conducente.

Per non essere da meno un funzionario di Audi ha puntualizzato che anche l'azienda tedesca arriverà alla manifestazione di Las Vegas con un veicolo in grado di trovare un posteggio e parcheggiarsi senza conducente al volante. Non resta che aspettare le conferenze stampa per avere maggiori dettagli sulle velocità di percorrenza, sui sistemi di navigazione automatica e sulle tempistiche delle sperimentazioni.

Secondo l'analista Dave Sullivan di AutoPacific Toyota sta già collaudando un veicolo nei pressi del suo centro di ricerca di Ann Arbor, in Michigan. Inoltre l'associazione del marchio giapponese ai veicoli che si guidano da soli probabilmente ne stimolerà l'adozione.

Del resto le tecnologie che consentono di creare veicoli che svolgono autonomamente diverse funzioni esistono da tempo, semplicemente le case automobilistiche sono state finora caute nell'adottarle. Basti pensare al controllo elettronico adattivo della velocità, ai sistemi di sicurezza che riportano l'auto nella corsia di percorrenza se sta sbandando, e alle tecnologie a tutela dei pedoni. 

La Lexus LS al top della gamma Toyota, per esempio, monta un radar in grado di rilevare le persone che camminano davanti al veicolo e di fermare immediatamente la marcia per non investirle. 

Toyota e Audi non sono le uniche impegnate nello studio delle nuove tecnologie, Audi, Mercedes e Volvo sono sulla stessa linea d'onda, e il presidente di Ford Motor Bill Ford Jr aveva dichiarato che i veicoli autonomi sono in arrivo e che potrebbero costituire una soluzione ai problemi di congestione del traffico. Speriamo.