Auto

Toyota elettrica, più autonomia con i pneumatici airless

Il futuro dell'automobile è elettrico, ormai è assodato e tutti i più grandi brand stanno lavorando alacremente in questa direzione, anche in vista dell'abbandono dei carburanti fossili, previsto nel giro di poco più di un decennio. Tuttavia uno degli scogli da superare sarà sicuramente l'autonomia. A tale proposito Toyota ha mostrato al Salone di Tokyo Fine-Comfort Ride, una monovolume alimentata a idrogeno dotata di un gruppo ruota innovativo che dovrebbe diminuire la massa di ciascuna del 30%, pari a circa 5 chili, entro il 2025, con effetti positivi in termini di riduzione dei consumi e quindi massimizzazione dell'autonomia.

Il risultato è ottenuto integrando i motori elettrici direttamente all'intero della ruota stessa, in una sorta di tamburo realizzato in plastica e alluminio, lungo il cui perimetro esterno correrebbe una banda gommata che funzionerebbe da battistrada, completamente priva quindi di aria.

2

Questa particolare soluzione è in via di sviluppo da parte di Sumitomo Rubber, che si è detta in grado di produrre i primi esemplari di pneumatici airless già entro il 2020, nonostante in realtà al momento i prototipi attuali pesino quanto uno pneumatico tradizionale. Sumitomo in realtà dovrà lavorare molto perché anche un altro parametro fondamentale per i consumi come l'attrito è attualmente addirittura peggiore di quello degli pneumatici attuali, di un buon 10-20%.

untitled

A parte il gruppo ruota la Toyota Fine-Comfort Ride ha anche altre caratteristiche innovative, come i sedili, tutti indipendenti e in grado di muoversi liberamente all'interno dell'abitacolo. I vetri dei finestrini laterali inoltre possono trasformarsi in display, mentre la plancia è composta unicamente da uno schermo di grandi dimensioni, con un secondo posizionato al centro del volante.