Tom's Hardware Italia
Auto

Toyota GA-B: la piattaforma per la prossima Yaris?

In vista dell'arrivo della nuova Toyota Yaris, la casa automobilistica giapponese ha realizzato una nuova piattaforma, la GA-B, progettata basandosi sulla precedente "TNGA".

In vista dell’arrivo della nuova Yaris la casa automobilistica giapponese Toyota ha realizzato una nuova piattaforma: la GA-B. Progettata a partire dalla generazione precedente, vale a dire la “Toyota New Global Architecture” (TNGA), GA-B farà il suo debutto con l’arrivo di una nuova compatta, presumibilmente una Yaris, prevista per il 2020.

Il progetto è nato dalla necessità di creare una piattaforma in grado di trasformarsi secondo le esigenze progettuali dei diversi modelli in modo che, tralasciando le differenze estetiche e di segmento, tutta la gamma “compatta” possa offrire la medesima esperienza di guida.

Ciò che maggiormente caratterizza la nuova piattaforma dell’azienda giapponese riguarda l’utilizzo di innovative tecnologie di assemblaggio. Questo ha reso possibile un incremento di rigidità senza incidere negativamente del peso e sul costo dell’auto, agendo solamente sulle giunzioni meccaniche tra le varie parti del telaio.

La piattaforma GA-B utilizzerà uno schema MacPherson all’anteriore, pensato per adattarsi perfettamente a più tipologie di molle, mentre il sistema sospensivo posteriore prevederà un ponte torcente o un sistema multi-link, in base alla tipologia e alle dimensioni dell’automobile. L’altezza da terra sarà configurabile, in luce della possibilità di usare questo telaio per crossover e SUV compatti.

Considerando le foto ufficiali, dove figura un pacco batterie al di sotto degli ipotetici sedili posteriori, c’è da aspettarsi che la piattaforma costituirà la base per la nuova gamma ibrida del marchio. La versatilità aggiunta dal passo configurabile permetterà alla casa giapponese di offrire diversi “livelli” di elettrificazione i propri modelli, da mild-hybrid a PHEV.

Con la piattaforma GA-B la casa automobilistica vuole puntare tutto sul miglioramento delle prestazioni di guida anche delle auto più piccole. Sicuramente la disposizione dei sedili anteriori sarà differente, con un posizionamento più basso e traslato verso la parte centrale dell’auto. Così facendo il conducente si troverà al di sotto del baricentro della vettura, per un’esperienza di guida più appagante e sportiva. Inoltre, la nuova piattaforma dell’azienda giapponese è stata progettata per migliorare gli spazi interni in modo ottimale. Ovviamente non è ancora stato annunciato da Toyota, perlomeno ufficialmente, quali sarebbero i veicoli che utilizzeranno la piattaforma GA-B.