Auto

Toyota, Nissan e Hyundai chiudono alcuni impianti per arginare il COVID-19

Dopo aver assistito alla chiusure delle fabbriche automobilistiche di Ford, GM, FCA e Honda, un altro gruppo di case automobilistiche ha deciso di chiudere alcuni impianti per far fronte alla minaccia del coronavirus COVID-19. Infatti, anche Toyota, Nissan e Hyundai hanno annunciato che chiuderanno, per un periodo necessario, gli impianti di produzione che si trovano nel Nord America. Tuttavia, sia il numero di impianti che il periodo di tempo che questi rimarranno chiusi, sarà differente in base alle esigenze delle diverse case automobilistiche.

Andando per ordine, sembrerebbe che la casa automobilistica Nissan chiuderà tutte le fabbriche che si trovano negli Stati Uniti a partire dalla giornata di venerdì. Invece, la riapertura di tali impianti  – salvo ulteriori proroghe – è prevista è il 6 aprile. La società ha inoltre voluto sottolineare il fatto che non sono stati segnalati cosi confermati di dipendenti positivi al Covid-19 tra i dipendenti che lavorano nelle loro fabbriche. Dunque, la decisione di chiudere gli stabilimenti è stata presa per precauzione.

Non vale lo stesso per Hyundai. Infatti, la casa automobilistica in questione ha dato conferma del fatto che è stato riscontrato un caso di contagio del virus in uno dei suoi dipendenti nella sua fabbrica in Alabama. Per questo motivo, è stato necessario procedere con la chiusura della struttura a partire da mercoledì mattina. La società ha affermato si è già mobilitata per provvedere alla pulizia e disinfestazione degli impianti seguendo le linee guida statali sulla salute pubblica. A differenza della Nissan, la casa automobilistica Hyundai non ha dato una data specifica per la riapertura, dicendo che riapertura avverrà una volta stabilito che la struttura è adeguatamente pulita e sono state messe in atto misure per proteggere i lavoratori. Non sono state annunciate altre fabbriche Hyundai in chiusura oltre a quella che si trova in Alabama.

Le chiusure di impianti di Toyota saranno molto più “consistenti”, ma potenzialmente resteranno chiusi per un periodo di tempo molto più breve. Infatti, la società ha annunciato che tutte le strutture produttive Toyota, in tutto il Nord America, chiuderanno per pulizia e disinfezione. Gli impianti, in questo caso, sono stati chiusi e dovrebbero riaprire il 25 marzo.