Tom's Hardware Italia
Trasporti

Uber eviterà il traffico con gli aerei a decollo verticale?

Uber sta pensando a un servizio di trasporto basato su aerei a decollo verticale, per consentire di raggiungere posti lontani in breve tempo.

Paura del traffico? Fretta di arrivare a un importante appuntamento di lavoro dalla parte opposta della metropoli o in una città distante? Nel giro dei prossimi 10 anni potrebbe bastare rivolgersi a Uber e al suo futuro servizio di aerei VTOL (Vertical Take Off and Landing), ossia a decollo verticale.

CqVefmiXYAEjIMa

No, non è fantascienza, ma uno scenario più che possibile, suggerito a Recode durante un'intervista dallo stesso Jeff Holden, Chief Product Officer di Uber. Al momento però ovviamente non c'è alcuna premessa concreta. Attualmente infatti il servizio sarebbe troppo limitato dalle tecnologie disponibili e dalla morfologia delle città.

I VTOL attuali infatti sono troppo grandi, hanno bisogno di molto carburante, sono rumorosi, necessitano di un pilota e potrebbero atterrare solo in determinate zone. Secondo Holden però la cosa si farà più interessante e possibile nella prossima decade, quando potrebbero iniziare ad essere disponibili velivoli molto più piccoli e compatti, probabilmente elettrici, in grado di atterrare un po' ovunque senza particolari problemi, e a guida autonoma.

6d6cc1a5d21b0c8

Se l'ipotesi di Holden vi sembra ancora fantasiosa tenete presente che proprio recentemente la stessa Uber ha avviato una partnership con Airbus, che sta lavorando sul concetto di un aerotaxi autonomo. Non è difficile dunque immaginare che è proprio a questo tipo di soluzioni che Holden si riferisce nella sua ipotesi.

Gli aerotaxi a guida autonoma non sostituiranno di certo le soluzioni a quattro ruote ancora per molto, moltissimo tempo, ma queste soluzioni potrebbero divenire popolari nel prossimo decennio, almeno tra i VIP che potranno sostenerne i costi.