Tom's Hardware Italia
Trasporti

US Navy, va bene la super arma ma 800mila dollari a colpo?!

Il cacciatorpediniere stealth Zumwalt dovrebbe impiegare super proiettili da 800mila dollari, ma il budget della Difesa è troppo basso.

800.000 dollari a proiettile. Questa la cifra mostruosa che avrebbe fatto sudare gli artiglieri della Marina statunitense imbarcati sul super cacciatorpediniere stealth Zumwalt DDG 1000.E quindi addio Long Range Land-Attack Projectile (LRLAP) e benvenuti tappi di sughero? No, i due Advanced Gun System (AGS) da 155 mm impiegheranno qualcos'altro ma non i costosissimi LRLAP che promettevano 128 km di portata e un'accuratezza quasi da videogioco considerata la notevole capacità di correggere in volo la traiettoria.

zumwalt

È davvero una storia bizzarra quella del Zumwalt. Dovrebbe rappresentare la massima espressione della tecnologia militare statunitense, ma i costi ne hanno ridotto il potenziale. Quasi 10 anni fa la Difesa si era impegnata per l'acquisto di 32 navi di ultima generazione; nel tempo l'ordine si è ridotto a tre poiché il costo medio ha raggiunto i 7,5 miliardi di dollari – considerato tutto il piano di sviluppo.

Fiore all'occhiello di questa classe i due cannoni da 155 mm che con gli LRLAP, secondo il fornitore Lockheed Martin, avrebbero potuto consentire di "abbattere obiettivi nei canyon urbani delle città costiere con danni collaterali minimi". Si pensi ad esempio a una Fiat Duna mal parcheggiata sulla Quinta Strada.

In pratica il prezzo dei singoli proiettili è andato alle stelle perché le commesse delle Zumwalt sono diminuite. Con 32 navi da rifornire il produttore avrebbe potuto abbattere i costi delle singole unità. Ad ogni modo il budget 2015 prevede l'acquisto di 150 LRLAP per una cifra complessiva di 150 milioni di dollari. Saranno impiegati per test, poi chissà.

L'unica certezza è che per altre munizioni bisognerà intervenire sul software degli AGS e anche sui depositi – che sono stati sagomati per gli LRLAP.