Auto

Volkswagen Passat, l’iconica berlina darà l’addio al mercato USA

Volkswagen sembrerebbe essere intenzionata ad eliminare la Passat dal mercato degli Stati Uniti. Una decisione che andrebbe inevitabilmente a lasciare ampio spazio ad altri segmenti tra cui le nuove vetture elettriche e i SUV.

Una vettura giunta alla sua ottava generazione ed attualmente offerta nelle versioni berlina e wagon con diversi allestimenti e motori.
Non a caso un modello con una lunga storia da collocare al lontano 1973, anno in cui la prima serie della Volkswagen Passat vide la luce nelle varianti a due volumi e hatchback, per poi essere successivamente venduta anche in versione wagon.

Nuovi progetti per Volkswagen

Inevitabilmente, la casa automobilistica di Wolfsburg ha obiettivi nuovi e ben chiari. Il costruttore punta difatti all’ottimizzazione delle proprie tecnologie al fine di giungere ad una totale elettrificazione dei veicoli ed inoltre a quei segmenti che possano ottenere una maggiore redditività.

Il futuro di Volkswagen sarà sempre più dedito all’elettrificazione, ma la decisione di eliminare la Passat dal proprio listino potrebbe ricondursi al calo di vendite del veicolo vista la preferenza degli utenti maggiormente rivolta ai SUV. Se analizziamo i dati nel mercato europeo, da inizio 2020 la casa di Wolfsburg ha venduto circa 90.000 Passat, di cui in gran parte acquistate dalle aziende nella versione wagon.

La prima a dare l’addio sarà la berlina. Probabilmente, invece, la Variant rimarrà a listino fino all’uscita di scena definitiva prevista per il 2023.

Obiettivo 2023

Attualmente la fabbrica tedesca di Emden si occupa dell’assemblaggio della segmento D. La casa tedesca ha però posto il 2023 come anno per la ricollocazione della produzione nella sede slovacca di Bratislava, dove è in corso la costruzione della Skoda Superb. Tale annuncio prefissa l’obiettivo di trasformare la fabbrica di Emden in uno stabilimento completamente elettrico dove, nei prossimi anni, potranno essere assemblate la nuova ID.4 e la Aero B.

Non a caso, alcuni giorni fa il marchio di Wolfsburg ha ufficializzato il piano di investimenti, rilasciando inoltre alcuni dettagli relativi alla nuova Aero. Lo stesso manager dell’azienda tedesca ha reso noto che l’auto sarà la prima shooting brake completamente elettrica disponibile sul mercato; un’auto a quattro porte elegante e spaziosa il cui debutto sul mercato è previsto nel 2023. Tuttavia, sia lo stabilimento tedesco che quello statunitense di Chattanooga lavoreranno alla produzione di entrambe le vetture appena citate.

Il nuovo CEO di Volkswagen, Ralf Brandstätter, riguardo la nuova decisione ha dichiarato:

Abbiamo deciso di togliere la Passat dal mercato degli Stati Uniti. L’andamento delle vendite è decisamente a favore di modelli SUV, come del resto mostra il successo di Atlas.

Dopo la nuova ID.3 e ID.4, Volkswagen punta dunque alla progressiva elettrificazione della gamma e come definito nel Planning Round 69, il gruppo investirà circa 73 miliardi di euro in elettrificazione, ibridizzazione e digitalizzazione nei prossimi cinque anni. Nel dettaglio, per quanto riguarda i veicoli elettrici, saranno circa 35 miliardi di euro destinati ai veicoli a zero emissioni, mentre ulteriori 11 miliardi sono stati stanziati per lo sviluppo di versioni ibride di modelli esistenti. Inevitabilmente necessari dunque tali investimenti per permettere al gruppo tedesco di diventare carbon neutral entro il 2050.

Vuoi conoscere tutti gli intrighi dietro al marchio di Wolfsburg? Su Amazon è disponibile un libro dedicato alla storia del famoso produttore di auto tedesche.