Hot topics:
2 minuti

Boeing 787, componenti strutturali realizzati con stampa 3D

Boeing ha ottenuto la prima certificazione dalla Federal Aviation Authority per produrre componenti strutturali in titanio grazie alla stampa 3D.

Boeing 787, componenti strutturali realizzati con stampa 3D

Sembrava una rivoluzione lontana quella della stampa 3D applicata alla produzione industriale di elementi strutturali negli aerei e invece Boeing ha confermato lunedì di aver ricevuto l'ok dalla Federal Aviation Authority.

D'ora in poi potrà impiegare stampanti 3D per realizzare componenti strutturali in titanio del suo jet 787 Dreamliner.

RPD In Process 787 Component LR

Secondo il produttore Norsk Titanium, che è il partner di riferimento del colosso statunitense per questo ambito, si potrà stimare un risparmio per ogni velivolo costruito di circa 3 milioni di dollari.

norsk titanium

Sulla carta non sembra moltissimo, però in verità è un'ottima notizia per Boeing che fino all'anno scorso ha costruito i 787 praticamente in perdita. Una prassi consolidata dato che la prima fase di sviluppo, progettazione e avvio dei processi produttivi è sempre molto costosa: Boeing ha invertito la tendenza solo nel 2016 dopo aver raggiunto un volume di perdite pari a 29 miliardi di dollari.

Merke IV Producing 787 Components LR

L'ampio uso di titanio - contraddistinto da caratteristiche di resistenza e leggerezza - incrementa i costi di 7 volte rispetto alle leghe di alluminio normalmente usate sui più diffusi aerei di linea. Nel 2015 pare che Boeing si sobbarcasse circa 30 milioni di dollari di costi su ogni Dreamliner da 265 milioni di dollari e che le parti in titanio da sole fossero responsabili di circa 17 milioni.

Norsk Titanium è riuscita a sviluppare una tecnica produttiva chiamata "Rapid Plasma Deposition" dove un filo di titanio viene fuso in una nuvola di gas argon per creare ogni parte. Questa operazione consente non solo di ridurre gli scarti ma anche i consumi energetici industriali.

La stampa 3D in questo settore non è proprio una novità in senso assoluto, ma è la prima volta che si parla di elementi strutturali.

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Stampa 3D?
Iscriviti alla newsletter!