IT Pro

Antares annuncia ATSFOUR per tracciare la supply chain

Antares Vision, attiva nella lotta alla contraffazione, ha annunciato l’implementazione del software ATSFOUR, che si aggiunge al suo portfolio di soluzioni di tracciatura dal livello di linea al livello corporate.

La soluzione  è una risposta ai problemi insiti nella comunicazione tra i diversi attori della supply chain (CMOs, CPOs, repackagers, distributori, grossisti e retailers) e la notifica dei dati ai diversi enti regolatori preposti, tutti fattori che, ha osservato,  rappresentano per le case farmaceutiche le maggiori criticità nella gestione dello scambio dei dati legati alla serializzazione dei propri prodotti, soprattutto con l’approssimarsi dell’entrata in vigore, in Europa e in tutti i principali mercati mondiali, delle nuove normative sulla tracciabilità dei farmaci.

Funzionalmente,  ATSFOUR costituisce, ha spiegato, un ecosistema software in grado di gestire elevati volumi di dati attraverso un sistema di data storage ed è uno strumento per consentire lo scambio di dati relativi alla tracciatura sia con gli stabilimenti produttivi, che con il network della supply chain di packaging e di distribuzione.

“Siamo molto orgogliosi di ATSFOUR – sottolinea Emidio Zorzella, CEO di Antares Vision -, un software in grado di rispondere alle esigenze delle case farmaceutiche, unico nel gestire le comunicazioni a livello 4 tra i diversi attori della supply chain e con le diverse autorità degli hub nazionali, con la totale flessibilità di interfacciarsi con gli altri sistemi presenti sul mercato”.

A livello funzionale la soluzione fornisce un’interfaccia che consente di organizzare la comunicazione anche dialogando con “linguaggi” gestionali diversi.

L’architettura software consente in sostanza a livello corporate di gestire  le informazioni per la loro notifica alle autorità regolatorie, quali ad esempio l’hub europeo, come previsto dal regolamento delegato UE 2016/161, finalizzato a controllare la filiera produttiva e distributiva del farmaco nel rispetto della Direttiva 2011/62/UE.