IT Pro

BT e Oracle rendono semplice passare al Cloud

BT e Oracle hanno annunciato la loro collaborazione volta ad aiutare le organizzazioni nello sfruttare i benefici del cloud in termini di prestazioni, costi e innovazione. In base all'accordo, ha spiegato BT, i clienti Oracle potranno contare sull’affidabilità, la sicurezza e le prestazioni dell’ambiente BT Cloud Connect al fine di disporre di una connettività diretta verso Oracle Cloud.

Se i molteplici benefici del cloud sono chiari per le organizzazioni, va pur detto che molte di esse nutrono preoccupazioni circa problemi di sicurezza e performance associati alle tecnologie cloud. Ciò è particolarmente vero per i carichi di lavoro aziendali business-critical che richiedono spesso elevati livelli di disponibilità, sicurezza e prestazioni.

Luis Alvarez
Luis Alvarez

E' su questo aspetto critico che le due aziende si sono proposte di intervenire. Insieme, puntano infatti a rimuovere tali ostacoli all’adozione del cloud, fornendo opzioni per la connettività dai data center aziendali ibridi al Cloud Oracle.

In pratica, tramite il servizio BT Cloud Connect per Oracle FastConnect, i clienti possono utilizzare una connessione privata basata sul servizio IP Connect VPN di BT, che è progettato per scambiare grandi volumi di dati tra Oracle Cloud e l’ambiente locale delle aziende in modo prevedibile, sicuro e coerente.

Al fine di erogare il servizio BT sarà connessa direttamente alle location di Oracle Cloud ad Amsterdam e Londra, dando ai clienti l'accesso da qualsiasi parte del mondo ai servizi forniti nei data center europei. Attraverso il pre-provisioning tramite BT Cloud Connect, BT può poi ridurre i tempi di implementazione di una connessione dedicata, che tipicamente sono di mesi, a giorni.

Da parte sua Oracle Cloud è utilizzato da molte delle più grandi organizzazioni mondiali. Supporta 70 milioni di utenti e più di 34 miliardi di transazioni giornaliere, attraverso 19 data center distribuiti in tutto il mondo.

Con Oracle Cloud, è possibile usufruire del portafoglio cloud pubblico integrato in tutti i livelli dello stack IT, oltre ad avere la possibilità di portare il cloud Oracle nei propri data center tramite l’offerta 'Oracle Cloud at Customer' recentemente annunciata.

Oracle FastConnect è anche parte di Oracle IaaS, ed è progettato per consentire alle organizzazioni di soddisfare gli obiettivi IT e di business, sfruttando un insieme di funzionalità di base, come elastic computing, networking e storage.

"L'accesso diretto e affidabile ai dati e alle applicazioni ospitate in ambienti cloud è diventato critico per le organizzazioni che intraprendono il loro percorso di trasformazione digitale. Stiamo accelerando la nostra spinta per diventare il principale cloud services integrator a livello mondiale e sono orgoglioso che BT stia diventando il primo network service provider globale ad offrire un accesso diretto al cloud Oracle", ha dichiarato Luis Alvarez, CEO di Global Services di BT.

Il servizio sarà disponibile nell'ultimo trimestre dell'anno solare 2016.