Manager

BT punta su fibra ottica e mobile

BT ha  comunicato i dati  di bilancio relativi ai risultati del primo trimestre dell'anno fiscale 2015-2016.

"I risultati mostrano per questo anno fiscale un avvio solido. Abbiamo continuato ad essere concentrati sui costi e ad investire nel futuro del business. I ricavi hanno fatto registrare un trend positivo, con costi operativi ridotti dell'1% e spesa in conto capitale cresciuta del 28%, in virtù degli investimenti in fibra. Abbiamo conseguito risultati in linea con le previsioni finanziarie e ciò costituisce sia la base per un'ulteriore crescita sia un motivo di fiducia per il resto dell'anno", ha commentato i risultati Gavin Patterson, Ceo di BT Group,

BT GAvin Patterson
Gavin Patterson

Le cifre suffragano le affermazioni di Patterson. Nel trimestre l'operatore mondiale ha avuto  ricavi per  4.278 milioni  di sterline, in riduzione del 2% rispetto allo scorso anno, ma compensato da un EBITDA pari a  1.449 milioni di sterline, con un +1% rispetto allo scorso anno,  e profitti prima delle tasse pari a 694 milioni di sterline, con un significativo + 9% rispetto allo scorso anno.

Tra i punti salienti della strategia di BT che ha portato ai risultati positivi  del quarter, la società ha evidenziato:

  • Broadband e  TV (+7%) hanno supportato il sesto trimestre consecutivo di crescita per BT Consumer.
  • Le attività retail hanno portato più di 217.000 clienti sulla fibra e attualmente il 41% dei clienti broadband utilizzano la fibra.
  • Il business legato alla TV ha registrato la sua miglior performance in quasi due anni, con una base clienti che ha raggiunto l'ammontare di 1,2 milioni.
  • Continua l'investimento nella rete proprietaria a banda larga superveloce, che ora raggiunge 23 milioni di edifici. In  pratica, quattro su cinque clienti (residenziali e business) in UK hanno accesso alla banda larga in fibra di BT.
  • E' stata ottenuta una rilevante performance nel mobile, con oltre 100.000 clienti che hanno scelto i servizi BT senza alcuna pubblicità da parte sua.

Proseguono in casa BT anche le attività volte al completamento dell'acquisizione dell'operatore mobile EE da Orange e Deutsche Telekom, una acquisizione che, commenta la società, contribuirà a rafforzare ulteriormente la posizione di BT nel segmento mobile.