Manager

Cisco spinge verso l’Internet delle cose

È un mercato in rapida accelerazione quello dell’Internet of Things (IoT), verso il quale Cisco rafforza il proprio impegno annunciando una serie di investimenti indirizzati a supportare lo sviluppo di innovazione e contribuire alla crescita di un ecosistema dedicato.

L’azienda ha, infatti, presentato l’Internet of Things Initiative per accelerare la creazione e l’adozione nel mercato di innovazione in area IoT e contribuire allo sviluppo di start up attive nel settore, alla formazione di partnership tecnologiche, alla ricerca in ambito accademico. Le prime attività promosse si focalizzeranno sugli aspetti di security, sui sensori, sugli strumenti di analytics in tempo reale e sulle applicazioni.

A questa notizia fa eco la creazione di un nuova business unit interna a Cisco denominata Internet of Things Group, che consolida formalmente diverse iniziative già attive in azienda: fra cui i gruppi Connected Industries, Connected Energy, Phisical Security. Questa business unit si concentrerà sullo sviluppo di soluzioni di business verticali per consentire la possibilità di connettere fra loro le più varie e diverse fonti di dati, macchine e persone.

In particolare, l’Internet of Things Group si concentrerà sullo sviluppo di soluzioni di rete Cisco che uniscano fra di loro switching industriale, routing industriale, field networking, sicurezza fisica, reti embedded utilizzate in numerosi mercati verticali quali: produzione discreta, oil & gas, estrazione mineraria, difesa, trasporti, smart city, energia, gestione operativa della comunicazione macchina-macchina per i service provider.