Opinione

Come creare un videogioco nel tempo libero

Dietro un videogioco c’è il lavoro di tantissime persone, a partire dal reparto tecnico fino ad arrivare a quello maketing o design. Ma è possibile riuscire a pubblicare un videogame lavorandoci solo nei ritagli di tempo?

A raccontarci la sua esperienza, in questa puntata di Imprenditori in Video con Manabe Repici, è Marco Calcaterra. Marco Calcaterra è un imprenditore e autore di videogiochi che ha recentemente rilasciato Star Drift Evolution, un gioco a cui ha lavorato con un altro sviluppatore solamente nel loro tempo libero.

Un videogioco che, grazie a una lunga serie di accorgimenti, ha ottenuto ottime recensioni da parte degli utenti. Una case history particolarmente intrigante, che dimostra come sia possibile affiancare al proprio lavoro principale anche un’attività imprenditoriale.

Grazie alla sua esperienza in materia, Marco Calcaterra ci racconta quella che è la sua storia e come è stato possibile portare avanti lo sviluppo di un videogioco nei propri ritagli di tempo.

Lavorare a un videogioco

Marco Calcaterra di lavoro si occupa di localizzazione, soprattutto di videogiochi, prima come traduttore e poi come project coordinator. Videogiochi che, come raccontato a Manabe Repici, sono del resto la sua passione da sempre.

Localizzare non vuol dire solo tradurre i testi, ma anche interpretare il tutto seguendo le differenze culturali dei vari paesi. A complicare poi il lavoro vi è poi il fatto che non vi è un testo unico da tradurre, come in un libro, ma una lunga catena di variabili in continuo cambiamento. Localizzare un videogioco, in altre parole, non è quindi un’impresa semplice.

Al suo lavoro Marco Calcaterra ha poi affiancato negli ultimi tempi lo sviluppo e la pubblicazione di Star Drift Evolution, un gioco di corse dal design minimalista che si basa sulla meccanica del drift e su un sistema di controlli particolarmente impegnativo ma soddisfacente.

Ma come gli è venuta in mente l’idea di lanciarsi in un progetto del genere? Come dichiarato a Imprenditori in Video da Marco Calcaterra, quasi per caso. Dopo aver avuto l’occasione di recensire il primo Star Drift, Marco si è infatti trovato a interfacciarsi con lo sviluppatore tedesco del gioco, dandogli una serie di consigli.

Un aiuto che si è sviluppato nel corso del tempo sempre di più, fino ad arrivare a una vera e propria collaborazione. Da questa storia è nato Star Drift Evolution, seguito rifinito e migliorato del primo titolo, a cui entrambi hanno lavorato nei ritagli di tempo.

Lanciato a fine ottobre su Steam, la principale piattaforma di gioco su PC, Star Drift Evolution ha ottenuto un successo di pubblico decisamente maggiore dell’originale, con la quasi totalità delle recensioni che sono positive.

L’importanza della pianificazione

Ma come è stato possibile sviluppare un titolo nel tempo libero, a quattro mani e in due posti completamente diversi? La chiave di tutto è stata, come dichiarato da Marco Calcaterra che si è occupato della comunicazione del titolo, quella che per entrambi non si trattava del lavoro principale, riducendo così eventuali ansie.

Nonostante la natura amatoriale del tutto, è in ogni caso stata fondamentale quella che è la pianificazione e il darsi delle scadenze. Il rischio era infatti quello di continuare a raffinare sempre più il prodotto, senza arrivare mai alla pubblicazione.

Come dichiarato da Marco Calcaterra a Manabe Repici, infatti, anche quando si fa qualcosa per hobby o per passione è fondamentale essere organizzati e avere una roadmap ben definita in grado di guidarci.

La chiave è la comunicazione

60 percorsi diversi, 30 macchine differenti, classifiche online e multiplayer e il tutto a soli 7,49 euro. Ma come mai un prezzo così basso di fronte a così tanti contenuti? Per incentivare l’acquisto compulsivo da parte del videogiocatore e incentivarlo ad acquistare il titolo senza troppe remore nel caso gli interessasse.

Offrire Star Drift Evolution a un prezzo popolare fa inoltre parte di una più ampia strategia, che consiste nel portare il maggior numero di persone sul gioco e coltivare attorno a esso una community. Per fare ciò la comunicazione ha ricoperto un ruolo chiave.

Essenziale in questo processo si è rivelato in particolare il canale Discord del titolo gestito direttamente da Marco Calcaterra, in cui è stata riunita l’esperienza core e dove è stata sviluppata una linea diretta di comunicazione tra sviluppatori e giocatori.

Star Drift Evolution

Esempio della fiducia e della relazione che si è venuta a creare è il fatto che ogni sera Marco Calcaterra organizza una gara online tra i vari giocatori del server, facendoli sentire inclusi e sicuri di poter trovare una partita a cui unirsi con altri appassionati. Discord è per Marco Calcaterra imprescindibile se si vuole lavorare a un videogioco.

Una particolare attenzione è poi andata verso a quelli che sono i feedback dei giocatori. Un giapponese, ad esempio, si era lamentato con una recensione negativa di non riuscire a sbloccare i diversi contenuti di gioco a causa di una difficoltà troppo alta.

Un’opinione che hanno accolto e su cui hanno lavorato, producendo un nuovo sistema di progressione. Una volta comunicata tale novità al giocatore, egli li ha ringraziati moltissimo e ha cambiato la propria recensione, tramutandola in positiva.

Il fulcro di queste azioni e questi ragionamenti è, come dichiarato da Marco Calcaterra a Manabe Repici durante Imprenditori in Video, quello di dimostrare che dietro a un videogioco ci sono delle persone pronte ad ascoltare, non delle fredde società.

Se non l’hai ancora fatto, puoi scaricare il bunde contenente ben due guide definitive: la Guida Definitiva per Video Efficaci con il Telefono e la guida Social Video Marketing: Influenza il tuo Settore e Domina il Mercato!