IT Pro

Con Fortinet la sicurezza diventa virtuale e distribuita

Fortinet, società che sviluppa soluzioni di fascia prestazionale alta per la sicurezza di rete, ha annunciato che il suo dispositivo FortiSandbox, che si caratterizza per  un tasso di rilevamento delle violazioni del 99% nei test condotti dagli NSS Labs, è ora disponibile anche sotto forma di appliance virtuale.

In pratica questo permette agli utilizzatori di distribuire più facilmente Sandbox ATP (dove ATP sta per Advanced Threat Protection)  nella propria infrastruttura, in data center dinamici e tra sedi distribuite in diverse aree geografiche.

FortiSandbox è ora una soluzione di sicurezza disponibile anche in forma virtuale

 

La versione più recente di FortiSandbox-VM include anche una nuova API per un'integrazione più stretta con le altre soluzioni di sicurezza di Fortinet. Il primo di questi prodotti a sfruttare tale API è FortiMail, con il nuovo software v5.2, che, osserva la società, migliora la difesa dagli attacchi tramite e-mail. 

Fortinet prevede che la soluzione ATP intelligente, supportata dalla ricerca dei FortiGuard Labs, velocizzerà ulteriormente la rapida adozione del sandboxing di Fortinet già utilizzato da più di 3.000 aziende per difendere i dati critici dagli attacchi sempre più sofisticati.

Le versioni virtuali, cloud e on-premise di FortiSandbox, nonché il più recente aggiornamento a FortiMail, sono già disponibili.