IT Pro

Con Fujitsu l’High Performance Computing si fa semplice

Fujitsu ha annunciato una nuova iniziativa finalizzata a semplificare ulteriormente la gestione degli ambienti High Performance Computing (HPC) all'interno delle aziende, e questo tramite soluzioni che consentono, ha  evidenziato, un più rapido sviluppo dei prodotti e un time-to-market accelerato.

 L'esigenza dell'iniziativa  deriva dalla constatazione che l'aumento  delle performance nel calcolo presenta nuove opportunità, tra cui la rapida convalida e la messa a frutto di ricerche teoriche, l'accelerazione dello sviluppo di prodotti tramite la modellazione via computer, l'identificazione sul mercato di vantaggi competitivi grazie a maggiori  informazioni relativi al comportamento dei clienti, il tutto facendo leva sulla rapida analisi di più fonti di big data.

Il ricorso ai sistemi HPC trova, come conseguenza, sempre più accoglienza da parte dei maggiori settori di ricerca, dove l'aumentata potenza di calcolo risponde alle esigenze di modellazione e previsioni a lungo termine, nel campo analitico e nelle applicazioni di produzione, dalla sicurezza dei passeggeri fino alla dinamica molecolare.

Server Primergy per applicazioni HPC

Proprio per favorire  ulteriormente l'accessibilità e l'utilizzabilità dell'HPC, il concetto Fujitsu HPC Simplicity coniuga Fujitsu Software HPC Cluster Suite (HCS), soluzione cluster HPC x86 già ottimizzata basata sui server Fujitsu PRIMERGY, con un nuovo front-end basato su interfaccia utente grafica, il tutto ad un prezzo del tutto inedito  per un cluster HPC che parte, evidenzia Fujitsu, da meno di 30.000 euro.

HPC Simplicity introduce peraltro una serie di miglioramenti allo stack software e una user experience semplificata web-based.

A questo, ha illustrato la società, si aggiunge una aumentata scalabilità del file system, che permette operazioni di calcolo distribuito e parallelo ad alta velocità di ingenti volumi di transazioni in lettura e scrittura.

La soluzione adotta il file system scalabile di Fujitsu, FEFS, che consente l'elaborazione parallela ad alta velocità di ingenti volumi di I/O in lettura e scrittura dai vari nodi di calcolo.

E' un file system  scalabile fino ad un massimo di 8 Exabyte (8000PB),  capacità evidenziata come sufficiente per archiviare tutti i contenuti del traffico Internet globale di una settimana, e un throughput di 1TB/s.