Software & Hardware

Connessioni internet: un vero e proprio Network Tsunami

Dalla rete internet dipendono ormai gran parte dei servizi che oggi utilizziamo. In questo momento storico nello specifico si sta registrando un aumento esponenziale del traffico sulla rete con un fortissimo stress per tutti gli operatori.

Manabe

Basti pensare che da quando è stato dichiarato il lockdown – con migliaia di italiani che si sono ritrovati all’improvviso a lavorare in regime di smartworking – nel giro di 24 ore si è verificata la stessa crescita di traffico che normalmente si registra in un anno. Un vero e proprio Network Tsunami.

Abbiamo chiesto a Luca Spada, Fondatore e Amministratore di EOLO SpA – l’operatore nazionale di telecomunicazioni, leader nel campo della banda ultra-larga per il mercato residenziale e delle imprese – alcuni suggerimenti su come utilizzare al meglio la rete in questo periodo e quali sono i parametri fondamentali da considerare per valutare la bontà della connessione internet.

Un uso intelligente della rete

L’aumento repentino di traffico, unito ai ritardi e i blocchi nei rifornimenti della componentistica e le tempistiche burocratiche necessarie per potenziare le infrastrutture, stanno comportando notevoli sovraccarichi sulla rete.

Gli accorgimenti che possiamo mettere in campo per fare un uso intelligente della rete riguardano:

  • Le modalità e gli orari di fruizione della rete. Invece che guardare serie TV e film direttamente in streaming, è meglio effettuare il download dei contenuti e consumarli offline.

Nello specifico, poiché i momenti di massimo picco nell’utilizzo della rete si registrano nel pomeriggio e la sera – con una discesa a partire dalle 23.00 – è meglio effettuare il download nelle ore notturne.

  • Le caratteristiche dell’apparato Wi-Fi per la rete casalinga. I possibili rallentamenti della rete spesso non sono dovuti all’inefficienza dell’operatore ma all’apparato wifi che abbiamo in casa.

Per poter sfruttare appieno tutta la banda a disposizione è fondamentale avere un router WiFi dual band di ultima generazione e che il segnale sia uniforme in tutta la casa. Se così non fosse, puoi valutare l’installazione di repeater WiFi.

Gli indicatori di qualità della rete

I quattro indicatori della qualità della connessione Internet sono:

  1. La misura della banda in Downlink
  2. La misura della banda in Uplink
  3. La Latenza
  4. Il Tasso di Perdita

Soprattutto la banda in uplink è sempre stata una metrica generalmente poco considerata e conosciuta se non da una piccola nicchia di “smanettoni”, gamer e professionisti del settore e questo perché nel normale utilizzo della rete tendiamo a prendere contenuti piuttosto che darli.

Oggi però sempre più persone iniziano a comprendere l’importanza di questo dato perché se non abbiamo sufficiente banda in uscita, anche effettuare delle semplici videochiamate può essere problematico. Infatti se il tubo in uplink è saturo anche il downlink risulta fortemente rallentato e questo perché ad ogni pacchetto dati in entrata corrisponde una conferma di avvenuta ricezione.

Quindi se non riusciamo a inviare la conferma perché il tubo in uplink è saturo anche il download ne risente. Il problema è che le ADSL della maggioranza degli utenti, soprattutto nei piccoli comuni, sono ancora fortemente asimmetriche.

Manabe

Come spiega Luca, per poter effettuare un buona videochiamata serve almeno 1 Mb/s. Oggi il minimo standard è di 3 Mb/s di banda in uplink ma se in famiglia siamo in tanti a collegarci alla rete e vogliamo avere una buona qualità sono necessari 5-10 Mb/s.

Un altro parametro che può incidere in modo significativo sulla comunicazione in video è la latenza ovvero il tempo che ci mettono i pacchetti ad attraversare la rete. Un tempo di latenza basso permette di avere una relazione fluida e veloce con l’interlocutore, come se fossimo dal vivo, altrimenti avremo un ritardo che rende tutto più macchinoso. Una latenza ottimale oggi è quella sotto i 20 ms meglio ancora se 10 ms. Come eseguire correttamente il test di connessione

Il test di connessione può essere effettuato su uno dei tanti siti di test della banda ed è utile per avere un’idea delle prestazioni della rete.

Per eseguire correttamente il test è necessario:

  • Collegare il computer direttamente al router attraverso il cavo di rete
  • Liberare la connessione
  • Controllare che non ci siano aggiornamenti in background in corso

Una volta annotati i mega di banda in up e downlink, puoi fare la “prova del nove” staccando il cavo rete e facendo il test con il Wi-Fi per verificare se le prestazioni rimangono invariate o diminuiscono. Se diminuiscono di molto allora c’è un problema sul Wi-Fi interno ed è lì che bisogna intervenire. Soprattutto in questo particolare momento in cui le nostre abitudini sono profondamente cambiate è necessario aumentare il grado di consapevolezza sull’utilizzo del digitale affinché tutti possiamo fruirne in maniera agile e smart.

Se ancora non l’hai ancora fatto, qui puoi scaricare la Guida Definitiva per Video Efficaci con il Telefono. La Guida che ti aiuta a comprendere come realizzare video efficaci e di qualità sfruttando l’attrezzatura che hai a disposizione in casa.