Opinione

Conquistare la fiducia dei clienti con la cultura

I video e il digitale sono spesso usati per promuovere e vendere prodotti e servizi. Esistono però altri metodi per usare questi potenti strumenti di comunicazione anche in altri modi in ambito aziendale?

A rispondere a questa difficile domanda, in Imprenditori in Video per Social Video Marketing, è Riccardo de Rinaldini, responsabile della sezione Marketing Consumer Global di Kaspersky e parte del team “Brand Activation Studio” della medesima azienda.

Prima di approdare in Kaspersky, Riccardo de Rinaldini si è inoltre occupato di Marketing e Comunicazione anche per altre aziende di tecnologia di grande importanza, come Creative Labs e EOLO, per oltre 20 anni.

Grazie alla sua grande esperienza, Riccardo de Rinaldini ci racconta quindi, in questa puntata di Imprenditori in Video per Social Video Marketing, come sia possibile usare il video storytelling per fare cultura e, al contempo, portare benefici al business aziendale.
Dai CD-Rom allo storytelling

La storia tra la comunicazione e Riccardo de Rinaldini parte da molto lontano, con Riccardo che è da oltre 20 anni parte del settore. Nei primi anni ’90 Riccardo ha infatti lavorato per un editore multimediale, producendo delle enciclopedie multimediali tramite CD-Rom.

Progetti che lo hanno portato a presentare i prodotti dell’azienda addirittura ad Apple e a creare contenuti multimediali dedicati alle principali squadre italiane, con tanto di video-interviste, ai presidenti di Milan e Juventus. Una cosa decisamente innovativa per l’epoca.

Riccardo de Rinaldini ha in seguito lavorato anche in Creative Labs, l’azienda dietro la notissima scheda audio Sound Blaster, e in EOLO, dove ha fatto divulgazione tecnologica in modo innovativo per illustrare il funzionamento delle connessioni ai potenziali clienti.

Tomorrow Unlocked

Dopo queste esperienze, Riccardo de Rinaldini è passato a Kaspersky, dove ha lanciato un progetto molto particolare e all’apparenza quasi un corpo estraneo all’azienda. Tale progetto, che prende il nome di Tomorrow Unlocked, è un video magazine dedicato a tematiche tecnologiche vicine al settore aziendale.

Un esempio di questi docu film o serie, contraddistinte sia da un aspetto divulgativo ma anche da uno stile basato su l’entertainment, è Hackers Hunter, una mini serie in cui vengono illustrate le storie di persone o ricercatori che hanno compiuto qualcosa di particolare nel campo della sicurezza informatica o in tematiche affini.

Social Video Marketing

Tomorrow Unlocked punta, grazie ai propri contenuti, a creare engagement e un legame con delle persone interessate a delle tematiche vicine a quelle di Kaspersky, ma mai senza vendere o pubblicizzare loro prodotti e servizi.

Fare cultura è infatti fondamentale sia per l’azienda che per i clienti, in quanto aumenta la consapevolezza dell’utenza, che riesce di conseguenza a comprendere meglio in modo indiretto la bontà dell’offerta dei prodotti aziendali.

La sicurezza informatica è inoltre una tematica che necessita di essere compresa maggiormente dalla gente e grazie a questi contenuti Kaspersky riesce ad avvicinare le persone all’argomento. Proprio con tale obiettivo in mente, l’approccio dei contenuti è legato all’entertainment, per facilitarne la visione anche e soprattutto ai non addetti ai lavori.

Comunicazione come investimento a lungo termine

Ma com’è possibile per un’azienda misurare bontà ed efficacia di una campagna di questo tipo, all’apparenza slegata dall’azienda stessa? Purtroppo, come raccontato da Riccardo da Rinaldini a Manabe Repici durante Imprenditori in video, la risposta non è unica.

Sono infatti presenti dei KPI, come numero e ore di visualizzazione, che permettono di comprendere i risultati della campagna di per sé, ma è purtroppo spesso difficile legare tali indicatori a quelli che sono i benefici aziendali.

Il metodo principale per farlo e per verificare se c’è stato un cambio di percezione del brand, è quello di fare delle ricerche di mercato, una prima e una dopo l’attività in questione. Tomorrow Unlocked fa infatti parte di marketing di brand e serve a conquistare la fiducia dei clienti, comunicando come Kaspersky tenga particolarmente a certe tematiche.

Nonostante nei vari contenuti di Tomorrow Unlocked non siano infatti mai sponsorizzati prodotti e servizi di Kaspersky, il logo dell’azienda è comunque presente in un angolo dello schermo e ciò aiuta a far collegare i contenuti proposti all’azienda.

Photo credit - geniuslady/depositphotos.com
kaspersky_cover

Com’è però possibile capire che tematiche trattare, su quali contenuti puntare e quali invece evitare? La chiave è ovviamente quella di fare divulgazione su tematiche che interessano ai clienti e che creino una relazione con loro, ma è anche fondamentale capire cosa potrebbe invece spaventare il pubblico e creare una reazione opposta.

Tomorrow Unlocked non è però l’unica campagna marketing di Kaspersky dedicata alla divulgazione e possiamo infatti trovare nella storia aziendale una collaborazione con la Polizia Postale volta ad aumentare la consapevolezza dei bambini su cosa fare e cosa non fare su internet.

Sono tutte tematiche, come affermato da Riccardo de Rinaldini durante Imprenditori in Video per Social Video Marketing, che non servono direttamente a vendere, ma bensì ad aiutare le persone ad avvicinarsi e a conoscere il brand.

Il consiglio di Riccardo de Rinaldini per le aziende è quindi quello di investire nella cultura e nella comunicazione e a non pensare alla comunicazione solamente come a qualcosa che serve per avere un responso immediato in termini di vendite e fatturato.

La crescita e lo sviluppo di un brand dipendono infatti da investimenti a lungo termine, in cui si crea un legame con i clienti e si stabilisce una relazione stabile e duratura con loro. Dei clienti che sono legati al brand e che non lo “tradiscono” per un 5% di sconto di un concorrente.

Se ancora non l’hai ancora fatto, puoi scaricare la Guida Definitiva per Video Efficaci con il Telefono.  La Guida che ti aiuta a comprendere come realizzare video efficaci e di qualità sfruttando l’attrezzatura che hai a disposizione in casa.