Manager

Crescono gli App store

Gli App store aziendali sembrano incontrare i gusti delle imprese italiane, almeno secondo un'indagine condotta da Citrix, che, pur non avendo ambizioni di essere statisticamente significativa, fornisce spunti interessanti.

Da quanto emerso, si evince che si sta diffondendo il BYOA (Bring Your Own Application), in risposta al bisogno di soluzioni semplici che permettano alle persone di fare di più e più rapidamente, accedendo a tutte le risorse e applicazioni aziendali, in modo semplice e sicuro.

Più precisamente, questi sono i trend evidenziati dal sondaggio, come riportati da Citrix:

Quali applicazioni aziendali saranno rese mobili nel 2013: si riscontra una propensione abbastanza equivalente verso applicazioni Office (39%) e Business (37%); le applicazioni di Collaboration, invece, riscuotono ancora un minore interesse (14%).

Applicazioni mobile, native o Saas, che saranno integrate nel parco applicativo aziendale nel corso del 2013: il sondaggio ha rilevato un interesse equivalente riguardo l’integrazione di applicazioni Office365 e Google App, business e di collaboration.

Propensione all’implementazione di una soluzione del tipo Enterprise Application Store: ben il 55% degli intervistati ha risposto affermativamente. Tra i partner di canale la propensione all’implementazione di tali soluzioni raggiunge il 61%, mentre tra gli utenti finali il 45%, confermando il crescente interesse delle aziende nel mettere a disposizione dei propri dipendenti un app store aziendale che permetta di accedere a tutte le risorse aziendali in qualsiasi momento, con qualsiasi dispositivo e da qualsiasi luogo, in assoluta sicurezza.

Intenzione di offrire ai propri collaboratori un accesso totale o parziale ai dati aziendali: con il 93% di “Si’” questa si rivela un’area certa di azione. In particolare, il 28% di loro offrirà un accesso completo “come dall’ufficio”, il 56% un accesso ristretto in base al profilo e ruolo dell’utente, mentre il 9% permetterà l’accesso solo alla posta e al calendario.

Presenza in azienda di soluzioni e strumenti per incentivare la mobility: il 59% dei rispondenti afferma di non avere ancora a disposizione soluzioni e strumenti di incentivazione della mobility, dato che unito alla buona propensione registrata in precedenza, conferma l’esistenza di un elevato spazio di crescita in questo mercato.

Freni allo sviluppo della mobility in azienda: analizzando i risultati complessivi della survey, si riscontra che il 33% degli intervistati considera il costo come il principale ostacolo allo sviluppo di soluzioni aziendali che agevolino la mobility, il 27% la sicurezza e il 24% lo scarso interesse del management, percentuali che si equivalgono sia tra i partner sia tra gli utenti finali. Il superamento di questi limiti consiste nell’adozione di un approccio centralizzato ed integrato che abbia la sicurezza e la facilità di gestione come elementi fondanti.