IT Pro

Da Techus nuove batterie di storage all-flash

Thecus , azienda specializzata in soluzioni di Network Attached Storage e di Network Video Recorder, con un’offerta che va dal home working alla grande impresa,  ha espanso la su offerta di prodotti aggiungendovi una piattaforma ideata avendo come punti chiave che risultasse semplice e intuitiva, con prestazioni elevate e una sicurezza di alto livello.

Nello specifico, la sua nuova serie denominata LightningPRO comprende due diversi modelli, il SC180 e il SE300.  Il primo prodotto ha un fattore di forma ultra compatto di una sola unità rack ed è inseribile in armadi standard. Fornisce una capacità di 360K IOPS in flusso continuo attraverso 10 unità SSD SATA che, per  assicurare la continuità operativa e l’affidabilità, sono sostituibili a caldo.

Il modello SE300, invece, è un apparato che si caratterizza per una maggiore potenza elaborativa, pur occupando anch’esso un solo modulo di una unità.

SC180 left JPG
Il modello SC180

L’apparato, tramite otto SSD che utilizzano l’interfaccia NVMe, permette di disporre di una velocità di trasferimento dati molto elevata che i dati di targa indicano pari a 700K IOPS per operazioni di scrittura in ordine casuale di 4KB, che contribuiscono ad accelerare l’intero sistema.

Per migliorare le prestazioni i due prodotti utilizzano la tecnologia FlexiRemap, che riordina le operazioni di scrittura casuali trasformandole in traffico sequenziale.

Diversamente dagli algoritmi RAID, ha spiegato l’azienda, FlexiRemap riordina i dati ogni volta che questo rappresenta un vantaggio prima di passarli alla sottostante memoria flash, riducendo così facendo i cicli di programmazione/cancellazione dei chip di memoria, ha osservato Thecus, di  fino al 150% rispetto alla tradizionale tecnologia RAID, evitando sovraccarichi non necessari e allungando la vita delle SSD.

Oltre a eliminare i colli di bottiglia è un approccio che permette di ottenere prestazioni inferiori al millisecondo e un miglior ritorno sull’investimento hardware.