Reseller

Digitronica estende i servizi al recupero dei dischi

Il recupero dati da dischi danneggiati è la nuova offerta che entra a far parte del listino di servizi proposti da Digitronica Solution, il 'distributore di servizi' che all'interno del proprio marketplace raccoglie tutta una serie di servizi, con i relativi fornitori, e li mette a disposizione dei dealer, i quali possono acquistarli con modalità simili a quelle con cui comprano prodotti.

Tra gli ultimi fornitori entrati a far parte del 'listino' di Digitronica Solutions, vi è Micro Management, un'azienda che nasce in provincia di Pordenone nel 1999, inizialmente focalizzata sulla riparazione dei notebook per grandi brand, poi in proprio, con contatti diretti con la GDO e GDS e per la gestione delle estensioni di garanzia, ora comprendenti anche Televisioni e altre apparecchiature elettroniche.

L'evoluzione della propria attività l'ha portata, a partire dal 2003, a occuparsi anche del recupero dati da dischi danneggiati, per conto di clienti direttamente, ma oltre a ciò Micro Manager rivende sul mercato europeo dei tool appositi agli operatori che intendono entrare nel mercato del recupero dati.

"Si tratta di software e hardware utili per attivarsi sul recupero dei dati – spiega Piero Milan, consigliere delegato di Micro Management -, che da soli, però, non bastano. Per questo ci siamo strutturati per offrire il necessario training ai partner che intendono intraprendere questo business". L'apparecchiatura, chiamata 'Data Recovery Box', consente al rivenditore di effettuare il recupero dei dati dai dischi che il cliente gli porta, attraverso una gestione da remoto direttamente dai laboratori di Micro Management. 

 

Alfredo Gatti – direttore commerciale di Digitronica Solution

Il dealer rimane unico interlocutore con il proprio cliente, pagando, e facendosi ripagare, il servizio offerto secondo le quotazioni indicate da Digitronica sul proprio listino, mentre Micro Management rimane 'dietro le quinte', realizzando, di fatto, il servizio per conto del rivenditore che glielo ha commissionato. "Digitronica Solution ha iniziato 4 anni fa con un modello innovativo di business basato sulla logica del marketplace – interviene Alfredo Gatti, direttore commerciale di Digitronica Solution -, dove fornitori specializzati in determinati servizi, entravano, secondo stringenti criteri di selezione, in questo 'listino', da cui i rivenditori potevano attingere all'occorrenza. Ora il mercato sta cambiando, e le difficoltà dei dealer a gestire il business quotidiano contemporaneamente allo scouting di nuove opportunità, stanno aumentando. Per questo ci siamo posti in una forma propositiva ai nostri dealer, che oggi sono circa 2.000 realtà registrate, cercando di trovare al posto loro degli ambiti dove vi possono essere reali possibilità di sviluppare mercato".

"Con tutto il supporto abilitante necessario, fatto non solo di tecnologia, ma anche di brochure personalizzate che il dealer può distribuire ai propri clienti, una serie di corsi di formazione per meglio proporre il servizio, come anche spunti di marketing per cogliere le opportunità dai clienti stessi. Una logica proattiva che abbiamo declinato sia sul recupero dati, ma anche su altri servizi, proprio per segnalare ai dealer dove esistono opportunità da cogliere sul mercato, per potersi differenziare agli occhi dell'utenza dalla Grande Distribuzione e di diventare fornitori di riferimento per i propri clienti".

Una strategia che ben si adatta al nuovo servizio fruibile attraverso il Data Recovery Box, l'apparecchio che Digitronica propone ai rivenditori secondo diverse modalità e costi, con la formula Acquisto in un'unica soluzione al costo di 1.250 euro, oppure con una formula a Noleggio, che ha un costo mensile di 39 euro per i primi 3 anni e 24,92 euro per i successivi (con cauzione restituibile al terzo anno di 300 euro), gestibile anche con canoni annuali.

Il Data Recovery Center prevede due livelli di servizio, quello Standard (espletato entro 10 giorni dalla richiesta) con un costo al dealer di 399 euro, mentre quello Urgente, entro il giorno successivo, costa 599 euro, indipendentemente dalle dimensioni dei supporti e dalla quantità di dati da recuperare.